Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Kiev: «Russia aumenta le attività militari». Biden: «Qualsiasi ingresso russo è invasione»

Joe Biden avverte: «Credo che i russi entreranno in Ucraina»

Kiev: «Russia aumenta le attività militari». Johnson: «Ucraina invasa? Disastro mondiale»
4 Minuti di Lettura
Giovedì 20 Gennaio 2022, 14:15 - Ultimo aggiornamento: 18:48

Non è ancora chiaro se la Russia deciderà di invadere l'Ucraina, ma è certo che tra gennaio e febbraio "invaderà" gran parte dei mari del mondo per esercitazioni della flotta navale. Da Mosca hanno fatto sapere che oltre 140 navi, insieme a 60 aerei e circa 10.000 soldati, solcheranno l'Atlantico, il Pacifico, l'Artico e il Mediterraneo.

La Russia "invade" i mari

Intanto le tensioni a distanza tra Putin e Biden hanno raggiunto toni decisamente preoccupanti. Il presidente degli Stati Uniti ha fatto sapere che «se qualsiasi forza militare russa si muoverà attraverso il confine dell'Ucraina, ci sarà una risposta dura e unitaria dagli Stati Uniti e dai loro alleati». E ha avvertito: «Credo che i russi entreranno in Ucraina».

 

L'escalation della questione ucraina scalda i rapporti delle principali potenze mondiali. Biden ha inviato a Mosca un messaggio chiaro. Il presidente Usa «sa inoltre che i russi hanno un copione ampio di aggressioni, inclusi i cyberattacchi e le tattiche paramilitari, e ha affermato che a queste azioni ci sarà una risposta decisa», ha fatto sapere la Casa Bianca. «Sono stato assolutamente chiaro con il presidente Putin». Qualsiasi ingresso di unità russe oltre il confine ucraino sarebbe «un'invasione» e «sarà accolta con una risposta economica severa e coordinata», ha detto il presidente degli Stati Uniti citato dall'emittente Abc

Ucraina, Johnson: «Un attacco sarebbe un disastro per la Russia e per il mondo»

Un'ipotetica azione militare russa in Ucraina sarebbe «un disastro» per Mosca, ma anche per l'intero pianeta. Lo ha detto il premier britannico Boris Johnson, a margine di una visita oggi a Taunton, in Inghilterra, ribadendo per l'ennesima volta il monito rivolto assieme agli alleati occidentali nei confronti del Cremlino. «Se la Russia compisse un'incursione in Ucraina, di qualunque portata, io penso che sarebbe un disastro, e non solo per la Russia, sarebbe un disastro per il mondo», ha dichiarato Johnson, aggiungendo che «il Regno Unito resta fermamente schierato per la sovranità e l'integrità» territoriale ucraina.

Russia, Putin dispone l'esercitazione della Marina: 140 navi e 60 aerei, tra Atlatico, Pacifico, Artico e Mediterraneo

«Siamo d'accordo sul fatto che l'unica via sia quella politica, questa via passa per il dialogo». Lo ha detto la ministra degli Esteri tedesca Annalena Baerbock a Berlino con Antony Blinken a proposito della crisi in Ucraina. «Purtroppo la Russia parla un'altra lingua e le attività militari aumentano», aggiunge. Nelle prossime ore infatti un'esercitazione con missili Iskander, che hanno una gittata di 500 chilometri, si svolgerà in Russia nel poligono di Kasputin, nella regione di Astrakhan. L'unità dotata dei missili è già stata messa in stato di allerta per addestramento. Oltre 400 militari del Distretto militare meridionale sono coinvolti e hanno già iniziato lo spostamento per raggiungere il poligono dalla regione di Krasnodar.

Video

© RIPRODUZIONE RISERVATA