Russia ha finito le scorte di armi? Tricarico: «Mosca ha problemi di produzione»

"Di positivo per l'Occidente c'è che la scorte possono essere ripianate grazie ad una industria che non ha problemi di produzione come invece quella russa"

Russia ha finito le scorte di armi? Tricarico: «Ha problemi di produzione»
2 Minuti di Lettura
Martedì 29 Novembre 2022, 18:44 - Ultimo aggiornamento: 23:53

«Ogni paese, certamente quelli Nato, hanno delle scorte intangibili di materiali critici e proprio in quanto tali non possono essere ceduti o utilizzati pena una ripercussione sulla sicurezza nazionale. Inoltre le informazioni sul livello di scorte che un paese ha sono riservate e pertanto non è dato sapere ne la nostra situazione ne quella di altri». Lo ha detto all'Adnkronos il generale Dino Tricarico presidente della Fondazione Icsa (Intelligence Culture and Strategic Analysis) ed ex capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica militare.

Ucraina, ritirato emendamento che prorogava invio armi all'Ucraina. Kiev: 12 navi russe in Mar Nero e Mediterraneo

«Di positivo per l'Occidente c'è che la scorte possono essere ripianate grazie ad una industria che non ha problemi di produzione come invece quella russa. - ha sottolineato Tricarico - In questo settore pertanto alla lunga gli equilibri si spostano a favore dell'Ucraina che oltre all'alimentazione costante di materiali, può contare anche sulla sua manutenzione e sull'addestramento al loro impiego, in prospettiva anche di quelli a tecnologia più avanzata».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA