Sedicenne tenta di sedare una rissa in strada: ucciso a coltellate. Era una promessa del calcio

Sedicenne tenta di sedare una rissa in strada: ucciso a coltellate. Era una promessa del calcio
3 Minuti di Lettura
Giovedì 28 Gennaio 2021, 18:12 - Ultimo aggiornamento: 18:50

Un'intera comunità sotto choc per la morte di un ragazzo di 16 anni, ucciso per una coltellata fatale nel tentativo di sedare una rissa. Josh Dunne, questo il nome della giovanissima vittima, viveva a Dublino ed era considerato una promessa del calcio irlandese.

Rapimento dell'ereditiera in Costa Azzurra: condannato italiano gestore di un suo ristorante

Professoressa sposata fa sesso con un allievo di 15 anni. «Lei lo ha sedotto a una festa»

Ucciso nel tentativo di sedare una rissa

Josh Dunne si trovava insieme ad un amico quando ha notato una rissa in strada e ha tentato di fare da paciere. Come riporta l'Irish Sun, la lite era nata tra due rider ed un uomo che era stato sorpreso a rubare una bici nel parcheggio di un supermercato. Ne era nato un inseguimento, che ha coinvolto anche il proprietario della bici, e alla fine era nata una vera e propria rissa. Josh, insieme ad un suo amico e coetaneo, era intervenuto per separare i contendenti ed entrambi i ragazzi sono stati feriti con un'arma da taglio. Trasportati immediatamente in ospedale, per Josh non c'è stato nulla da fare, mentre l'amico, che ha una ferita ad un polmone, versa in gravi condizioni.

Le indagini sulla morte del 16enne

La polizia di Dublino sta ora indagando sull'accaduto ed è alla ricerca dei due uomini che avrebbero accoltellato i due ragazzi. Identificato invece l'uomo che aveva rubato la bicicletta: lievemente ferito dall'arma da taglio, l'uomo si era presentato qualche ora dopo in ospedale e poi si era costituito. Sulle indagini c'è massimo riserbo da parte degli investigatori.

Il dolore per la promessa del calcio

C'è grande dolore per la morte, tragica e violenta, di Josh Dunne. Amici, familiari e conoscenti sono sotto choc per l'accaduto. La sorella del ragazzo, Jade, gli ha dedicato questo pensiero: «Sei il nostro eroe, ora spero che lassù tu stia segnando ancora dei gol. Riposa in pace, mio bellissimo angelo, sarai sempre il mio fratellino del cuore». Un amico di famiglia, parlando della madre di Josh, ha spiegato: «Lei è completamente devastata dal dolore, ha perso il suo bambino, il suo orgoglio, la sua gioia».

Josh Dunne era molto conosciuto negli ambienti calcistici: attaccante prolifico e versatile, dal piccolo club del St. John's era passato al Bohemians e aveva anche sostenuto un provino con gli scozzesi del Dundee United. Compagni di squadra e allenatori lo ricordano così: «A soli 16 anni era già famoso a livello giovanile, aveva tutto per diventare un calciatore professionista e affermarsi nel campionato irlandese. Il suo talento, come la sua vita, si sono tragicamente spezzati».

© RIPRODUZIONE RISERVATA