Reyes, l'incidente e la morte: «Scoppiata gomma della Mercedes a 237 all'ora. Poi, le fiamme»

Lunedì 3 Giugno 2019
7
Reyes, l'incidente e la morte: «Scoppiata gomma della Mercedes a 237 all'ora. Poi, le fiamme»

Il calciatore spagnolo ​Reyes viaggiava con la sua Mercedes a 237 all'ora quando è scoppiata una gomma dell'auto che ne ha causato il ribartamento e poi le fiamme. Dopo il cordoglio da parte di tutto il mondo del calcio per la morte del giocatore spagnolo José Antonio Reyes avvenuta per un incidente d'auto nella notte tra venerdì e sabato, è il momento delle indagini per far chiarezza sulla dinamica che ha portato alla morte del giocatore 35enne.

Reyes, lo straziante post del figlio: «La nostra ultima foto insieme, ti prenderai cura di me anche da lassù»

Reyes morto in un incidente stradale: il calciatore ex di Siviglia, Real e Arsenal aveva 35 anni. Morto anche il cugino Jonathan in auto con lui
 

A quanto riporta 'Mundo Deportivo', basandosi sul rapporto redatto dalla Guardia Civil sul luogo dell'incidente, Utrera, città natale del calciatore in Extremadura, la Mercedes di Reyes avrebbe subito lo scoppio di uno pneumatico mentre viaggiava a 237 chilometri orari. A causa dell'alta velocità l'auto si è poi ribaltata prendendo fuoco.

Uscita di strada a causa dell'eccessiva velocità: l'auto di Reyes è letteralmente 'volata' sui dei blocchi lasciati ai margini della strada a causa di lavori in corso e poi si è incendiata. Sembra che il calciatore, grande appassionato di auto e possessore di varie vetture tra cui una Ferrari, non utilizzasse da mesi il Mercedes Brabus S550 da 380 CV con cui ha avuto l'incidente e che si sia messo in viaggio senza far controllare se il veicolo avesse la giusta pressione dei pneumatici. Da qui lo scoppio di uno di questi.

Ultimo aggiornamento: 4 Giugno, 08:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Viaggiare da soli? “Un sacco bello”. Anche senza andare in Polonia

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma