Giubileo di platino, il programma: 16mila feste e concertone da Buckigham Palace. Ma l'attesa è tutta per Meghan e Harry

Il duca e la duchessa di Sussex, Harry e Meghan
di Simona Antonucci
5 Minuti di Lettura
Sabato 28 Maggio 2022, 17:35 - Ultimo aggiornamento: 31 Maggio, 14:08

Sono più di 16 mila le feste di strada organizzate in Gran Bretagna dal 2 al 5 giugno in occasione del Giubileo di platino, i 70 anni di regno della regina Elisabetta. Quasi il doppio rispetto agli eventi nel 2012, in occasione del Giubileo di diamante, che non superarono i 9.500 appuntamenti. I consigli comunali londinesi stanno facendo a gara per permettere alle comunità di celebrare il giorno storico che prevede tra l’altro la chiusura di migliaia di strade.

William e Kate, camera da letto al piano terra e mobili Ikea per i figli: tutte le “stranezze” dei duchi di Cambridge

Londra, aperta la nuova Elizabeth Line dedicata alla Regina ma dopo due ore chiusa la fermata di Paddington

 Platinum Party at the Palace

A fare la parte del leone, sarà lo show, da Buckingham Palace,  in diretta su Sky (canale 109) che andrà in onda sabato 4 giugno a partire dalle 21: il Platinum Party at the Palace. Anche se l’evento più atteso sembra essere il ritorno di Harry e Meghan. Nonostante il duca e la duchessa di Sussex giurino di «non voler oscurare il Giubileo», molta dell’attenzione dei media è già tutta per loro. La Regina, dal canto suo, li accoglie a braccia aperte e si appresta a incontrare la nipotina Lilibet ordinando alla famiglia «di riunirsi come il Paese senza drammi». E i Sussex hanno promesso alla Regina che manterranno un basso profilo durante le celebrazioni il prossimo fine settimana e parteciperanno solo agli impegni ufficiali.

Cattedrale di St. Paul a Londra

Non saranno al balcone di Buckingham Palace il giorno del Trooping the Colour, ma parteciperanno alla funzione del Ringraziamento di venerdì 3 giugno nella Cattedrale di St. Paul a Londra. Ma a suscitare curiosità e chiacchiere è il rientro in famiglia: per la prima volta dopo più di due anni al veleno, il principe Harry e Meghan Markle si troveranno faccia a faccia con i Windsor al completo. Lo scrive il Daily Mail, ricordando che l’ultima riunione di famiglia (allargata) cui i Sussex hanno partecipato è stato addirittura il loro matrimonio, nel 2018. Da quel maggio di quattro anni fa, i duchi non si sono mai più ritrovati insieme a eventi di così ampia portata.

La commemorazione della morte del principe Filippo

E sì che ce ne sarebbero state di occasioni: l’ultima, in ordine di tempo, la commemorazione della morte del principe Filippo, che è stata snobbata perfino da Harry con motivazioni che tutti i commentatori britannici hanno definito «patetiche». In realtà, non è la prima volta che Harry e Meghan rimettono piede insieme su suolo britannico - poco prima di Pasqua, sulla strada per gli Invictus Games olandesi, erano passati a fare gli auguri alla nonna, a Windsor, e avevano colto l’occasione per salutare anche il principe Carlo - ma sarà la prima volta che rivedranno Kate e William, dalla Megxit. Ad attutire l’impatto non ci saranno nemmeno i bambini: Archie e Lilibet, così come Louis, infatti sono troppo piccoli per partecipare e resteranno a casa con le tate (saranno presenti solo i principini George e Charlotte di Cambridge).

Il compleanno di Lilibet il 4 giugno

Nel loro primo viaggio nel Regno Unito con Archie e Lilibet, Harry e Meghan stanno comunque affrontando un dilemma: come festeggiare il compleanno della loro bambina, che compie un anno sabato 4 giugno? Una fonte ha dichiarato al The Sun: «Harry e Meghan vorranno festeggiare il compleanno di Lilibet in qualche modo con la loro famiglia. Ma sabato le agende sono piene. Non c’è molto spazio per inserire una festa di compleanno per una bambina di un anno». La Regina, bisnonna di Lilibet, trascorrerà il sabato del suo Giubileo alle corse dei cavalli di Epsom Derby, nel Surrey. Sabato sera, i membri più giovani della famiglia reale si recheranno a Buckingham Palace per il Platinum Party at the Palace, il concerto con Diana Ross, Queen + Adam Lambert, Duran Duran, Alicia Keys, Hans Zimmer, Nile Rogers, il vincitore dell’Eurovision Sam Ryder e altri ancora. Agende piene di impegni e cerimonie da mandare in tilt gli organizzatori che, secondo il Telegraph, sarebbero “frustrati” per la “mancanza di chiarezza” su dove i Sussex appariranno e quando.

Sir Elton John

L’unica cosa certa è la scaletta del concertone. Ad aprire lo kermesse di fronte alla residenza di Sua Maestà ci saranno i Queen + Adam Lambert, già protagonisti al Giubileo d’Oro del 2002, seguiti da artisti del calibro di Alicia Keys, Hans Zimmer, Ella Eyre, Craig David, Mabel, Elbow, George Ezra, Duran Duran, Andrea Bocelli, Mimi Webb, Sam Ryder, Jax Jones, Celeste, Nile Rodgers, Sigala e Diversity: tutti eseguiranno i loro più grandi successi in un tributo stellato in onore di Elisabetta II. La chiusura dello show sarà affidata a Diana Ross. Sir Elton John comparirà in un’esibizione registrata appositamente per questa occasione, mentre sul palco si esibirà dal vivo anche Sam Ryder, reduce dal successo dell’Eurovision Song Contest di Torino dove si è classificato, per il Regno Unito, al secondo posto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA