Salva un cane in vacanza nelle Filippine, dopo due mesi contrae la rabbia e muore

Venerdì 10 Maggio 2019
1
Salva un cane nelle Filippine, dopo due mesi contrae la rabbia e muore

Una ragazza norvegese di 24 anni è morta lunedì scorso dopo aver contratto la rabbia canina. Il suo nome era Birgitte Kallestad e a Febbraio si era recata in vacanza nelle Filippine con gli amici. Quando nel corso del viaggio ha trovato un cucciolo di cane sul ciglio della strada non ha resistito. Come ha raccontato la sua famiglia, Brigitte era una grande amante degli animali così lo ha portato al resort dove alloggiava. Lo ha allevato, nutrito e ha giocato con lui insieme agli altri ospiti della struttura.

Come tutti i cuccioli, mentre giocavano il cane ha mordicchiato le mani di Brigitte. Un dettaglio su cui la ragazza ha riflettuto ben due mesi dopo quando per il medico non c'erano più dubbi. La diagnosi era questa: rabbia. La ragazza si è ammalata due mesi dopo essere tornata ed è morta otto giorni dopo il ricovero nell'ospedale dove lavorava come infermiera. 

LEGGI ANCHE: Anziana dilaniata dai pitbull: orrore sul Litorale Domitio

È la prima morte correlata alla rabbia in Norvegia da oltre 200 anni. Il governo non rende obbligatorie le vaccinazioni antirabbiche per i cittadini che si recano nelle Filippine, ma la famiglia Kallestad adesso ha chiesto di modificare la legge. La malattia uccide migliaia di persone ogni anno, soprattutto in Asia e in Africa.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Livercool vs A.C. Tua, quando il Fantacalcio imbarazza il nonno

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma