Putin, accordo con i talebani su grano, gas e petrolio. Nuovi clienti per finanziare la guerra

Anche Cuba e Arabia Saudita aumentano le importazioni da Mosca

Putin, vicino l'accordo con i talebani su grano, gas e petrolio. Russia cerca nuovi clienti per finanziare la guerra
3 Minuti di Lettura
Sabato 3 Settembre 2022, 09:42 - Ultimo aggiornamento: 4 Settembre, 12:17

Gas, petrolio e grano ai talebani. La Russia di Putin è vicina a firmare un accordo con i funzionari dell'organizzazione di guerriglia afghana. In questi giorni una delegazione sarebbe a Mosca per la fase finale dei colloqui. I beni russi, secondo ​la Camera di Commercio e Investimenti dell'Afghanistan, sarebbero meno costosi di quelli di altri Paesi. La nazione asiatica importa la maggior parte del cibo e del petrolio dalla Russia, dove il commercio bilaterale vale 200 milioni di dollari all'anno.

Russia, banche perdono oltre 25 miliardi di euro a causa delle sanzioni

Putin e i talebani, il nodo sanzioni

Per l'accordo c'è però un problema: ed è quello delle sanzioni. Entrambi gli Stati, ovvero Russia e Afghanistan, sono soggetti a restrizioni da parte della maggior parte delle banche. La delegazione di talebani sta quindi cercando di trovare un modo su come l'Afghanistan trasferirà i suoi fondi per le forniture di Mosca. Secondo il quotidiano locale TOLO News, è nelle intenzioni di Nooruddin Azizi, ministro del commercio ad interim dell'Afghanistan, inviare il denaro attraverso un paese terzo. Di cui, però, non ha fatto il nome.

 

Mosca cerca nuovi clienti

I negoziati arrivano mentre Mosca cerca clienti alternativi per il suo mercato energetico, con l'Unione europea che ha fissa un tetto massimo al prezzo del petrolio e si appresta a introdurne uno nuovo sul gas. Ci sono poi le pressione degli Stati Uniti, che hanno esortato le altre nazioni a ridurre la loro dipendenza dall'energia russa. Ma Putin ha bisogno di fondi per continuare la guerra in Ucraina.

Cuba e Arabia Saudita aumentano le importazioni

L'Afghanistan non è l'unico paese ad aver aumentato le sue importazioni di energia dalla Russia. L'Arabia Saudita ha raddoppiato l'import di petrolio russo a luglio, mentre Cuba ha iniziato ad acquistare petrolio russo nello stesso mese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA