Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Putin, il nuovo capo militare nella guerra in Ucraina (dopo la rimozione di Dvornikov) è Zhidko: mental coach e stratega dell'esercito

Nei mesi scorsi è stato il punto di riferimento per allargare la base dell'esercito e addestrare le riserve di 17-18 anni

Gennady Zhidko, chi è il nuovo capo militare di Putin nella guerra in Ucraina: mental coach dell'esercito e abile organizzatore
di Gianluca Murgia
4 Minuti di Lettura
Venerdì 3 Giugno 2022, 19:35 - Ultimo aggiornamento: 21:23

Gennady Zhidko, fedelissimo di Putin, mental coach della propaganda e agitazione patriottiche nell'esercito, prenderà il posto del generale Alexander Dvornikov al comando dell'operazione militare russa in Ucraina. Lo riporta il Conflict Intelligence Team, ong investigativa russa. Gli analisti lo chiamano «processo di rotazione», il sapore è quella di una promozione sul campo per l'ex comandante del distretto militare orientale e attuale viceministro della difesa di Mosca per gli affari politici. Un'ascesa iniziata nel 2016 prendendo parte all'operazione militare russa in Siria con i gradi maggiore. Dai vertici russi, con il generale dell'esercito Valery  Gerasimov in testa, è riconosciuto come abile organizzatore, dal pensiero non convenzionale e abile consigliere militare. Nei mesi scorsi è stato il punto di riferimento per allargare la base dell'esercito e addestrare le riserve di 17-18 anni.

 

Gennady Zhidko, l'uomo della notte

Maggiore generale nel 2016, l'anno dopo è stato insignito del titolo di Eroe della Federazione Russa mentre nel 2018, l'allora tenente generale Gennady Zhidko, 57 anni il prossimo 12 settembre, originario Uzbekistan, da comandante delle truppe del distretto militare orientale ha lanciato una nuova tipologia di addestramento invernale nel distretto militare, incentrandolo sull'introduzione dell'esperienza dei moderni conflitti armati con circa la metà di tutte le attività da svolgere di notte, prestando particolare attenzione al miglioramento dei complessi di ricognizione-attacco e ricognizione-fuoco, delle forme e delle tattiche dei gruppi congiunti che coinvolgono l'aviazione operativa-tattica e dell'esercito.

La terza stella di Putin

Nel 2020, alla vigilia della Giornata della Russia, Putin gli ha assegnato la terza stella mettendolo così sullo stesso piano degli altri comandanti dell'MD russo. La scalata è proseguita il 16 novembre 2021 quando da colonnello generale, Gennady Zhidko è stato nominato vice ministro del dipartimento militare russo, capo della direzione principale politico-militare delle forze armate della Federazione russa al posto di Andrey Kartapolov.

La gioventù sulle sponde del Volga

Zhidko, nel 1997, si è diplomato nell'Accademia militare delle forze corazzate. Nel 2007 si è laureato l'Accademia Militare dello Stato Maggiore Generale delle Forze Armate della Russia. Gennady Zhidko ha servito nella 27a divisione di fucili a motore delle guardie dei distretti militari del Volga e del Volga-Ural, distretto di Totsky, passando da comandante di plotone a comandante di divisione. Subito dopo è stato promosso capitano e poi al colonnello. 

L'ascesa

Da luglio 2009 a gennaio 2011 Zhidko ha prestato servizio come vice comandante della 20esima armata delle guardie di Mosca e poi dei distretti militari occidentali. Tra il 2011 e il 2012 ha ricoperto la carica di Capo di Stato Maggiore - Primo Vice Comandante della sesta Armata di Armi Combinate del Distretto Militare Occidentale, con sede a San Pietroburgo partecipando alla formazione di questa unità. Ulteriore scatto nel 2016 da Comandante della 2° Armata d'Arme Combinate delle Guardie del Distretto Militare Centrale che, con la sua direzione, prese parte ripetutamente a esercitazioni e controlli a sorpresa, mettendo in luce prontezza e mobilità al combattimento. Rotazione o rimozione, ora per Zhidko il salto di qualità è definitivo con il ruolo di comando delle operazioni militari russe in Ucraina al posto del generale Alexander Dvornikov, negli ultimi anni vero vertice dell'esercito di Putin. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA