Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Putin, «la sua nave personale da parata è affondata nel mar Nero». E il video diffuso da Kiev diventa virale

Secondo le autorità ucraine la nave modello Raptor sarebbe proprio l'imbarcazione utilizzata dal presidente russo in diverse parate militari

Putin, affondata nel mar Nero la sua "nave personale da parata": il video virale
3 Minuti di Lettura
Martedì 10 Maggio 2022, 19:30 - Ultimo aggiornamento: 11 Maggio, 08:57

La nave da parata personale di Putin è stata distrutta al largo di Snake Island, nel Mar Nero. Lo comunicano le autorità ucraine nel canale Telegram di Ukraine Now che  affermano di aver sganciato un drone Bayraktar TB2 a guida laser che ha colpito e affondato l'imbarcazione."Abbiamo ricevuto informazioni che una delle barche distrutte del tipo Raptor nell'area di Snake Island era la barca da parata di Putin" hanno scritto gli ucriaini su telegram, allegando anche un video che mostra l'affondamento della nave.

La nave da parata "personale" di Putin

La nave "personale di Putin" sarebbe un'imbarcazione di classe Raptor, riconoscibile per il colore bianco del suo scafo - che la differenzia dalle altre navi di questa tipologia, che solitamente hanno un colore mimetico/militare -.  "Questa è una barca da parata appositamente attrezzata con il numero di coda 001" hanno riferito le autorità ucraine, secondo le quali il leader del Cremlino avrebbe condotto più volte la nave in parate militari a San Pietroburgo e Sebastopoli.

Moskva e le altre navi russe affondate 

Continua a crescere il bilancio delle navi russe affondate dalle forze ucraine. Dopo l'incendio dell'incrociatore Moskva, avvenuto tra il 12 e il 14 aprile scorso al largo di Odessa, successivamente è stata affondata vicino all'Isola dei Serpenti anche la Admiral Makarov, la più grande della flotta rimasta ancora integra. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA