Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Putin, attacco a Kiev con missili ad alta precisione: la svolta russa nella guerra contro l'Ucraina

I missili da crociera russi KH-101/102 sono discendenti del missile KH-55 dell'era sovietica

Missili ad alta precisione su Kiev, la svolta russa nella guerra contro l'Ucraina
di Valeria Di Corrado
3 Minuti di Lettura
Domenica 26 Giugno 2022, 19:22 - Ultimo aggiornamento: 28 Giugno, 13:14

L'attacco missilistico di questa mattina contro Kiev - uno dei più violenti da settimane - è stato effettuato con 14 missili ad alta precisione provenienti dalla regione del mar Caspio. Sono i Kh-101 (in cirillico X-101), i più costosi in possesso della Federazione russa. Hanno colpito un edificio residenziale di 9 piani, gli ultimi 3 sono parzialmente crollati, distruggendo circa 200 appartamenti. Il bilancio è di un morto e cinque feriti. Potrebbe essere questa l'arma segreta di Putin per dare una svolta nella guerra d'invasione dell'Ucraina. «I bombardieri strategici Tu-95 e Tu-160, che sono stati usati oggi per lanciare missili nella regione di Kiev, sono quelli di stanza nel Mar Caspio, ad Astrakhan - ha detto il portavoce dell'Aeronautica militare delle forze armate ucraine Yuriy Ignat, citato da Ukrinform - Decollano da lì. Il missile Kh-101 ha una portata di 5.500 chilometri. Pertanto, i bombardieri non devono necessariamente entrare nel nostro spazio aereo. È sufficiente che decollino, prendano una traiettoria di fuoco e lancino i missili. Le nostre unità di difesa antiaerea hanno reagito e alcuni missili sono stati abbattuti».

Il primo utilizzo del KH-101 

I missili da crociera russi KH-101/102 sono discendenti del missile KH-55 dell'era sovietica. Il KH-101 è la designazione NATO per il missile che trasporta testate convenzionali. È stato testato per la prima volta nel 1995. Quando il missile da crociera viene apposto con una testata nucleare, gli viene assegnata la designazione KH-102. Il trattato sulle forze nucleari a raggio intermedio del 1987 spinse la Russia a concentrarsi su missili tattici a corto raggio dotati di testate convenzionali. Il KH-101è un missile da crociera furtivo a lungo raggio, con sistemi di guida avanzati in grado di colpire bersagli con incredibile precisione. È un missile aria-superficie lanciato principalmente da un bombardiere strategico, ma può anche essere apposto sul jet da combattimento Su-34. Il sistema di navigazione GLONASS del missile funziona in tandem con un sistema di guida del terminale TV, che registra i dati visivi del suolo a metà volo. Ciò consente agli operatori di modificare gli obiettivi dopo il lancio. Il computer confronta i dati geografici con le immagini precaricate del bersaglio per confermarne il punto di impatto. La Russia ha utilizzato per la prima volta il KH-101 in combattimento il 17 novembre 2015 contro i gruppi ribelli siriani fuori Damasco.

 

Implicazioni strategiche 

Il missile da crociera KH-101/102 utilizza materiali che assorbono radar e una traiettoria di volo bassa per evitare radar e sensori a infrarossi. Il suo sistema di guida multiforme gli consente di intrecciarsi tra ostacoli e difese aeree sul percorso verso il suo obiettivo, viaggiando ai livelli più alti degli alberi fino all'impatto. Ciò rende il missile molto difficile da rilevare, poiché può eludere i sistemi di difesa in tempo reale. La Russia ha riscontrato un grande successo nell'uso di quest'arma dal 2015 e continua a utilizzarla nelle operazioni di combattimento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA