Putin: «Le 4 regioni ucraine nostre per sempre, ora negoziati». Usa: «Nostri militari in Europa pronti a ogni evenienza»

Un atto condannato dalla comunità globale e in violazione del diritto internazionale

Putin annette le regioni occupate in Ucraina: «È la volontà di milioni di persone»
6 Minuti di Lettura
Venerdì 30 Settembre 2022, 14:30 - Ultimo aggiornamento: 1 Ottobre, 00:34

«La vittoria sarà nostra!». Dalla Piazza Rossa il presidente russo Vladimir Putin esulta dopo la firma per l'adesione delle quattro regioni ucraine alla Russia. «Il popolo ha fatto la sua scelta, una scelta netta». Queste le dichiarazioni dello Zar aprendo la cerimonia di firma dei trattati di annessione a Mosca delle regioni ucraine di Donetsk, Lugansk, Kherson e Zaporizhzhia. Un atto condannato dalla comunità globale e in violazione del diritto internazionale. Putin giovedì ha firmato i decreti che riconoscono la presunta indipendenza di Zaporizhzhia e Kherson, rispecchiando un decreto firmato a febbraio sulle regioni ucraine di Luhansk e Donetsk.

Putin «potrebbe bloccare internet in Europa» tagliando i cavi sottomarini. L'allerta degli analisti: «Blackout devastante»

Putin annette regioni occupate in Ucraina: «Popolo ha scelto»

L'annessione di quattro regioni occupate ucraine alla Russia è «la scelta di milioni di persone». Lo ha detto il presidente russo Vladimir Putin, sottolineando che gli abitanti di Kherson, Donetsk, Luhansk e Zaporizhzhia «diventano nostri cittadini per sempre».

 

La risposta degli Stati Uniti

Gli Stati Uniti condannano il fraudolento tentativo della Russia di annettersi oggi territorio sovrano ucraino. La Russia sta violando la legge internazionale, calpestando la carta dell'Onu e mostrando il suo disprezzo per tutte le nazioni pacifiche«. Così Joe Biden reagisce all'annessione delle regioni ucraine proclamata oggi da Vladimir Putin. »Non sbagliamoci, queste azioni non hanno legittimità«, ha aggiunto il presidente americano, aggiungendo che »in risposta ai falsi proclami russi di annessione, gli Stati Uniti, insieme ad alleati e partner, oggi stiamo annunciando le nuove sanzioni«. »Sanzioni - ha proseguito - che imporranno un costo su individui ed entità, fuori e dentro la Russia, che forniscono sostegno economico e politico ai tentativi illegali di cambiare lo status del territorio ucraino».

Casa Bianca: «Marines in Europa pronti a ogni evenienza»

«I militari americani in Europa sono pronti ad ogni evenienza». Lo ha detto il consigliere per la sicurezza nazionale americana, Jake Sullivan, in un briefing con la stampa. «Riteniamo di avere in questo momento la capacità di rispondere a qualsiasi evenienza», ha affermato Sullivan sottolineando che sono stati inviati numerosi rinforzi per rafforzare le forze statunitensi stanziate in Europa all'inizio dell'invasione russa dell'Ucraina. 

Biden: «Nord Stream sabotato, da Putin bugie»

«Le fughe di gas dal Nord Stream sono state causate da un attacco deliberato. Quello che dice Putin sono solo bugie. Gli Usa non si faranno intimidire dalle sue minacce o dalle farsa che ha organizzato stamattina». Lo ha detto Joe Biden alla Casa Bianca ribadendo che gli Usa e i loro alleati «non riconosceranno mai i territori come Russia». «Siamo preparati a difendere ogni centimetro della Nato».

La condanna dell'Italia

«L'Italia condanna con la massima fermezza l'annessione illegale e inaccettabile da parte della Russia delle quattro regioni ucraine di Donetsk, Luhansk, Kherson, Zaporizhzhia. L'Italia ribadisce il suo pieno sostegno alla sovranità, integrità territoriale e indipendenza dell'Ucraina». È quanto si legge in un messaggio della Farnesina postato su Twitter.

Lo scontro sui negoziati

PUTIN - L'Ucraina deve «cessare il fuoco cominciato nel 2014, siamo pronti a tornare al tavolo dei negoziati. Ma la scelta» dell'annessione della popolazione delle quattro regioni ucraine non è più in discussione. Lo ha detto il presidente russo Vladimir Putin.

ZELENSKY - L'Ucraina non negozierà con la Russia finché Vladimir Putin ne sarà il presidente. Lo ha detto il leader ucraino Volodymyr Zelensky in un video su Telegram, replicando alle dichiarazioni capo del Cremlino durante la cerimonia di annessione di quattro regioni ucraine.

 

Nato: «Su ingresso di Kiev serve unanimità»

«L'ingresso di un Paese nella Nato deve essere decisa dagli alleati all'unanimità. Al momento siamo concentrati nel dare sostegno pratico a Kiev per difendersi dall'invasione decisa di Mosca». Lo ha detto il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg.

L'appello di Biden

«Chiedo con urgenza a tutta la comunità internazionale di condannare l'annessione illegale da parte della Russia e restare al fianco dell'Ucraina per tutto il tempo necessario». È l'appello del presidente americano Joe Biden che ha anche annunciato nuove sanzioni contro «individui ed entità - all'interno e all'esterno della Russia - che forniscono supporto politico o economico ai tentativi illegali di cambiare lo status del territorio ucraino».

Le parole di Putin sulla bomba atomica

«Gli Stati Uniti sono stati il solo Paese al mondo ad aver usato le armi nucleari due volte ed hanno creato un precedente». Lo ha detto il presidente russo Vladimir Putin parlando al Cremlino.

I decreti

«Ordino il riconoscimento della sovranità statale e dell'indipendenza», delle regioni di Zaporizhzhia e Kherson, situate nell'Ucraina meridionale, ha affermato Putin nei decreti. I quattro territori creano un corridoio terrestre tra la Russia e la penisola di Crimea, che è stata annessa illegalmente da Mosca nel 2014 in un processo simile. I cosiddetti referendum si sono tenuti frettolosamente nei giorni scorsi nel mezzo di un'efficace controffensiva ucraina che ha visto le forze russe respinte a est.

© RIPRODUZIONE RISERVATA