Pedofilia, condannato prete in Polonia. Il giudice: «Abusi simili a vere e proprie torture»

Mercoledì 9 Ottobre 2019
Pedofilia, condannato prete in Polonia. Il giudice: «Abusi simili a vere e proprie torture»

Sentenza storica in Polonia, dove un prete è stato condannato per atti di pedofilia commessi tra il 1982 e il 1987. La decisione è di particolare importanza perchè non ha precedenti nel Paese. La Corte d'Appello di Danzica, riportano i media locali, è riuscita a condannare l'uomo superando l'ostacolo della prescrizione. In realtà la sentenza non ha precedenti più perchè è appunto riuscita ad aggirare l'istituto prescrittivo che per altro. Il prete è infatti ancora in servizio, in un'altra parrocchia, nonostante i giudici abbiano equiparato gli abusi subiti dalla vittima a delle «torture».

LEGGI ANCHE Stuprato dal prete nel confessionale a 9 anni, risarcito con un milione di dollari

L'imputato è stato condannato, assieme alla sua ex parrocchia e alla sua diocesi, a pagare 400mila zloty (circa 92mila euro) come risarcimento a Marek Mielewczyk, oggi 50enne, che da bambino era stato stuprato dal prete. La vittima è uno dei molti che avevano trovato il coraggio di raccontare i traumi del loro passato in Tell No One, documentario sulla diffusione della pedofilia dei sacerdoti in Polonia che aveva scosso tutto il paese (di tradizione fortemente cattolica) negli scorsi mesi. 

LEGGI ANCHE Pedofilia, prete italiano a processo in Argentina per abusi su 20 bimbi sordomuti: «Il Papa era stato informato»
LEGGI ANCHE Vaticano, nuove regole per fare emergere gli abusi (Preseminario dei chierichetti sotto la lente di ingrandimento)

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La doppia vita dei prof? Basta andare sui social

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma