«Vorrei una pizza»: il messaggio in codice al 911 che ha salvato una donna dall'aggressione

Venerdì 22 Novembre 2019
«Vorrei una pizza»: il messaggio in codice al 911 che ha salvato una donna da un'aggressione

Fingendo di ordinare una pizza, ha salvato la madre da un'aggressione. È la storia di una donna che a Oregon City, negli Stati Uniti, è riuscita a chiedere aiuto al 911 (il numero dell'emergenza americano, l'equivalente del nostro 112) mentre in casa con lei qualcuno stava aggredendo sua madre (non sono stati forniti i dettagli di quale tipo di violenza e compiuta da quante persone). Mostrando lucidità e sangue freddo, la donna nel parlare con l'operatore è ricorsa a una tecnica che aveva probabilmente letto sul web: “Vorrei ordinare una pizza” ha detto, aggiungendo l'indirizzo della casa.

Trentenne picchiato per rapina mentre rincasa, è grave. Salvato da un vicino

Diciottenne in Questura a Mestre: «Vi rubo le pistole e vi sparo come a Trieste»
 

La richiesta di una pizza è infatti il messaggio in codice che viene suggerito per situazioni del genere negli Stati Uniti, almeno secondo un post pubblicato tempo fa su Facebook e circolato tra milioni di bacheche del social network. Secondo questo post, gli operatori del 911 sarebbero stati istruiti in modo da decifrare la comunicazione e inviare subito la polizia sul posto. In realtà si tratta di una leggenda metropolitana, non è mai stata data alcuna indicazione del genere agli addetti al servizio delle emergenze. Ma la donna di Oregon City è stata fortunata: evidentemente il post virale di Facebook era stato letto anche dalla persona che ha risposto alla chiamata.

“Vuole una pizza? Ha sbagliato numero” ha replicato inizialmente l'operatore, ma la donna ha insistito: “No no, no, non ha capito!” e a quel punto la richiesta d'aiuto è stata recepita. Così il dialogo in codice è proseguito:
“L'uomo è ancora lì?” .
“Sì, ci vuole una pizza grande”.
“E un medico? Serve anche assistenza medica?”
“No, con i peperoni”.

Anche in altri paesi del mondo circolano messaggi codificati per lanciare l'allarme senza farsi capire da chi ascolta. In Gran Bretagna le autorità in casi del genere consigliano invece di chiamare il 999 delle emergenze e poi tacere, per comporre successivamente – su richiesta dell'operatore - il numero 55 come conferma del fatto che si sta chiedendo aiuto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sturni, Stefàno e Frongia: la corsa nel M5S che verrà

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma