Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Pagati per dormire in pigiama: azienda cerca dormiglioni «eccezionali» e l'offerta di lavoro fa il giro del mondo

L'azienda leader nella vendita di materassi, Casper, ha postato l'offerta: i dipendenti saranno pagati profumatamente

Pagati per dormire in pigiama: azienda cerca dormiglioni «eccezionali» e l'offerta di lavoro fa il giro del mondo
2 Minuti di Lettura
Lunedì 8 Agosto 2022, 19:15

Il sogno (e mai termine è stato più appropriato) di tutti. Essere pagati per dormire. È l'iniziativa dell'azienda di New York, Casper, leader nel commercio di materassi. Per testarli ha pubblicato un'offerta di lavoro: la posizione è di "Caspers sleepers" ossia di dormiglioni professionisti. Il loro compito sarà quello di dormire (e per questo essere pagati profumatamente, anche se la cifra è ancora top secret) «nei negozi e in ambienti inaspettati nel mondo», spiega l'annuncio pubblicato sul sito ufficiale dell'azienda. Ma come precisa la Cnn, non dovranno "solo" dormire. Perché quando saranno svegli, dovranno creare contenuti da condividere sui social. 

Il candidato ideale: «Capacità di dormire eccezionale»

I requisiti per candidarsi sono chiarissimi (e hanno subito attirato l'attenzione di migliaia di newyorkesi ma non solo): serve una «capacità di dormire eccezionale», un «desiderio di dormire il più possibile» e «la capacità di dormire nonostante qualsiasi cosa», si legge nell'annuncio. Chiaramente i professionisti del sonno avranno a disposizione ogni comfort e potranno indossare il pigiama in orario lavorativo, riceveranno dei prodotti Casper gratuiti e la flessibilità di un orario part-time. 

Pochi giorni fa un'altra offerta di lavoro aveva fatto il giro del mondo: quella di un libraio "scalzo" alle Maldive, pagato per un anno in una suite da 36mila dollari a notte. Oppure quella di Chief Candy Officer, l'azienda canadese disposta a spendere 80mila euro l'anno di stipendio ai propri dipendenti per assaggiare dolci e caramelle dal divano di casa. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA