«Parlo con l'orso», aspirante addestratore entra nella gabbia del circo e muore sbranato a 28 anni

Venerdì 9 Ottobre 2020 di Federica Macagnone
«Parlo con l'orso», aspirante addestratore entra nella gabbia del circo e muore sbranato a 28 anni

Valentin Bulich, 28 anni, aveva un sogno: diventare addestratore di orsi. Era convinto di avere la capacità di comunicare con questi animali e voleva dimostrate a tutti che non sarebbe rimasto per sempre un semplice addetto alla pulizia delle gabbie. Convinto di poter stabilire un contatto è entrato nella gabbia di un orso del Great Moscow State Circus dove è stato brutalmente ucciso dall’animale che non gli ha lasciato via di scampo.

 

 

La gabbia

 

Valentin ha preso di nascosto le chiavi della gabbia, è entrato, ma poco dopo l’animale gli ha conficcato gli artigli nel corpo, strappandogli il cuoio capelluto. È stato portato in salvo da alcuni colleghi del circo e un’ambulanza lo ha trasportato in ospedale. Ma Valentin non ce l’ha fatta.

Elena, 52 anni, madre della vittima, ha detto in lacrime che suo figlio ha sopravvalutato le proprie capacità: «Era molto fiducioso, gentile e ingenuo. Voleva provare a trovare un linguaggio comune con l'orso. Mi ha detto che era già bravo a comunicare con i cuccioli. L'ho sostenuto, dicendogli “Non sarai a vita un addetto alla pulizia delle gabbie"».

Per il circo Valentin ha commesso «una grave violazione delle norme di sicurezza» entrando nella gabbia degli orsi. Una fonte interna ha detto: «L'orso può attaccare semplicemente per paura. Ma attacca bruscamente, rapidamente, senza preavviso. La reazione è fulminea. E la morte è terribile: l'orso ti lacera».

 

 

 

 

 

Valentin Bulich e kishte mbyllur veten në kafazin e kafshës dhe ariu shtatë vjeçar e sulmoi për vdekje.

Pubblicato da Dosja.al su Martedì 6 ottobre 2020


 

 

Ultimo aggiornamento: 22:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA