Orban e gli elogi del giornalista di Fox News: «L'Ungheria può fare lezione all'America»

Orban e gli elogi del giornalista di Fox News: «L'Ungheria può fare lezione all'America»
4 Minuti di Lettura
Domenica 8 Agosto 2021, 20:30 - Ultimo aggiornamento: 10 Agosto, 10:39

Ha intervistato Viktor Orban pochi giorni fa e ne è rimasto molto affascinato. Al punto che il giornalista Tucker Carlson ha detto che l'Ungheria è un modello e potrebbe dare molte lezioni all'America. Parole che hanno sollevato una polemica enorme negli Usa. «L'Ungheria, un piccolo paese con molte lezioni da darci», queste le parole esatte. Ma chi è Tucker Carlson? La star televisiva di Fox News è considerato una sorta di portavoce di Donald Trump sul piccolo schermo. Apprezza talmente le politiche ungheresi (su una specifica legge che vieta ai minori di 18 anni film e libri a contenuto Lgbt, la Commissione europea a metà luglio ha avviato una procedura di infrazione perché la considera lesiva dei diritti degli omosessuali) che si è trasferito per una settimana a Budapest per condurre tra mille polemiche il suo popolarissimo show e per tessere le lodi del 'modello Orban'.

Ddl Zan, 700 emendamenti della Lega. Renzi chiede l'eliminazione della definizione di identità di genere

Modello criticato da gran parte dell'Europa ma sempre più visto come punto di riferimento dalla destra americana più estrema, che vede nel leader ungherese «un Trump prima di Trump», come lo definì a suo tempo l'ex braccio destro del tycoon Steve Bannon. I democratici, di fronte alla maratona televisiva da Budapest, hanno immediatamente attaccato Carlson, non nuovo (affermano i detrattori) nello spargere disinformazione politica e scientifica, nonché nel promuovere le ragioni dell'estrema destra e del nazionalismo bianco. E nonostante tutto Tucker resta il commentatore più seguito della Fox, oramai personaggio e punto di riferimento televisivo soprattutto del popolo di Trump. Ma stavolta per l'opinione pubblica e per i media liberal avrebbe davvero passato il segno, promuovendo un leader che molti considerano autoritario e antidemocratico, qualcuno arrivando a definirlo «fascista» per le sue posizioni sull'immigrazione o sulla comunità Lgbtq.

 

Malvisto a Bruxelles tanto quanto nella Casa Bianca di Joe Biden. «Carlson sfrutta la popolare Fox per legittimare un modello dispotico a cui l'agenda del partito repubblicano va sempre più ispirandosi», affermano i vertici dei democratici, alludendo alle similitudini tra la narrativa di Orban e quella di Trump: difesa della famiglia tradizionale, discriminazione basata sull'orientamento sessuale, linea dura sui migranti, difesa delle cosiddette «democrazie cristiane» dall'offensiva della sinistra radicale.

Intanto da lunedì scorso una media di ben tre milioni di telespettatori americani a sera hanno seguito il 'Tucker Carlson Tonight' in trasferta a Budapest, sbaragliando la concorrenza della Cnn e delle altre reti tv. Nell'intervista non certo scomoda realizzata con Orban, il premier ungherese ha a sua volta elogiato Trump e la sua agenda dell'America First, rafforzando così l'asse con la destra americana ma assicurandosi anche l'appoggio dell'ex presidente Usa in un momento di difficoltà. E quest'asse potrebbe tornare più che utile in prospettiva, nel caso non così remoto che il tycoon si ricandidi alla Casa Bianca nel 2024.

Ungheria evoca l'uscita dalla Ue quando dovrà contribuire al budget europeo

Gay Pride, a migliaia per le strade di Budapest: slogan contro Orban. C'è anche delegazione italiana

© RIPRODUZIONE RISERVATA