Mamma e figlia uccise in due luoghi diversi, il sospetto killer suicida in moto

Venerdì 5 Febbraio 2021
Foto Facebook

Una madre e una figlia sono state pugnalate a morte e un uomo è rimasto ucciso in un incidente in un sospetto duplice omicidio-suicidio. Emma Robertson Coupland, operatrice sanitaria di 39 anni, di Kilmarnock in Scozia, è stata aggredita e accoltellata nel parcheggio del Crosshouse Hospital di Kilmarnock, dove lavorava. La donna, mamma di quattro figlie, è morta sul posto. Circa 20 minuti dopo a due miglia di distanza, la figlia di Emma, ​​Nicole Anderson, 24 anni, è stata accoltellata in una strada del centro città. La ragazza è stata portata d'urgenza al Crosshouse Hospital, dove è morta. Un uomo di 40 anni è poi morto in un incidente sul C50 poco tempo dopo. La polizia scozzese ha detto che gli agenti non stanno cercando nessun altro in relazione alle tre morti e non c'è una "minaccia più ampia" per la comunità. Sembrerebbe dalle prime indagini che le tre morti siano correlate.

Torino, uccide moglie e figlio di cinque anni e poi tenta il suicidio

Una delle figlie devastate di Emma ha pubblicato una foto di famiglia su Facebook , scrivendo: «La vita non sarà più la stessa senza di loro». La sorella di Emma ha scritto: «Sono completamente distrutta. Mio Dio, non può succedere. Sei la mia unica sorella, la mia prima nipote. Per favore, ditemi che sto sognando». La fidanzata in lutto di Nicole, Vicky, ha condiviso video e foto della coppia insieme, scrivendo: «Non saprai mai quanto sei importante per me. Ti amerò fino alla fine dei tempi, mia cara. Mi mancherà quel bel sorriso  Mi hai reso la persona più felice su questo pianeta ogni giorno. Fino a quando ci incontreremo di nuovo, piccola. Ti amo. Dormi bene, principessa». Un amico di famiglia ha scritto su Facebook: «Due donne fantastiche se ne sono andate troppo presto»

© RIPRODUZIONE RISERVATA