Bambino di 12 anni uccide l'amichetta autistica: «Ha abusato di lei, incastrato dalle telecamere»

Giovedì 3 Ottobre 2019 di Alessia Strinati
1

A soli 12 anni confessa di aver violentato e ucciso una bambina di 9 anni. La piccola Raíssa Caparelli, una bimba brasiliana che soffriva di autismo, è stata trovata priva di vita in un bosco vicino casa sua, con chiari segni di violenza sessuale e di strangolamento. 

Caserta, molestata al maneggio dall'istruttore, la vittima 14enne: «Temevo per le altre bambine»
Ragazza molestata nella metro mentre va alla marcia per il clima: arrestato un 32enne

La bambina era scomparsa domenica scorsa durante un evento di beneficenza a cui aveva preso parte con la sua famiglia all'Unified Educational Center (CEU) di Anhanguera, un sobborgo di San Paolo. Raissa è stata legata a un albero e lì è stata poi trovata dopo qualche giorno dalla sua scomparsa. Secondo la ricostruzione delle autorità la piccola sarebbe stata adescata, poi immobilizzata, violentata ed infine uccisa.

Un delitto che ha scosso molto la comunità, ancor di più ha scosso però l'identità del suo presunto omicida,come riporta la stampa locale. Si tratterebbe, infatti, di un bambino di appena 12 anni, che è stato immortalato da alcune telecamere di sicurezza mentre prende per mano Raissa e la conduce verso il bosco.
 

Ultimo aggiornamento: 17:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, mille guai e un miracolo: per Natale i turisti in aumento

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma