Coste olandesi inquinate da 270 container persi da gigantesca nave Msc: sulla spiaggia sostanze pericolose, televisori e mobili Ikea

foto
Emergenza ambientale sulle coste olandesi e tedesche. Sono finiti in mare durante una tempesta nel Mare del Nord circa 270 container della nave da carico MSC Zoe e uno di questi contiene materiale pericoloso, hanno reso noto le autorità della Frisia. Per questa ragione oggi è scattata l'allerta ambientale nell'isola tedesca di Borkum. Sulla nave erano caricati almeno tre container che contenevano sostanze pericolose a base di perossido, hanno riferito le autorità. La nave da carico è lunga 394 metri, una delle più grandi del mondo, e può caricare oltre 19.000 container, riferisce la stampa tedesca.

Le forti correnti hanno spinto verso un lungo tratto di costa olandese oggetti come televisori, giocattoli, mobili Ikea e anche sostanze inquinanti come polvere candeggiante. Le isole olandesi - incluse quelle di Terschelling, Schiermonnikoog e Ameland - sono state particolarmente colpite, riporta la Bbc online. I container sono caduti martedì notte dalla MSC Zoe. La nave, di proprietà della MSC di Ginevra, si trova ora nel porto di Brema mentre proseguono le operazioni di raccolta dei container da parte delle guardie costiere di Olanda e Germania. Impressionanti anche le immagini delle "torri" di container che sono 
franate una sull'altra sul ponte del gigantesco cargo.

LA COMPAGNIA
Msc si sta impegnando per recuperare la merce e per la pulizia della costa olandese: con una dichiarazione MSC Mediterranean Shipping Company, lo ha assicurato invitando i clienti che cercano informazioni «a contattare i rappresentanti locali di MSC». «MSC Mediterranean Shipping Company - spiega la società - ha avviato una operazione di pulizia in seguito ad una significativa perdita di container nel Mare del Nord. Il 2 gennaio, la nave cargo MSC Zoe ha incontrato condizioni meteo avverse durante il proprio percorso verso Bremerhaven, in Germania. Sfortunatamente, alcuni container sono stati danneggiati o persi fuoribordo». 

Lo stesso giorno «MSC ha nominato una compagnia di salvataggio per coordinare le operazioni di recupero delle merci e di pulizia della costa, impegnando allo stesso tempo navi specializzate dotate di sonar per individuare il carico mancante. MSC prende molto seriamente questo incidente, sia per l'impatto di questo tipo di incidenti sull'ambiente, sia per gli eventuali danni alle merci dei propri clienti». 

E dunque «sta collaborando con le autorità locali in tutti gli aspetti delle operazioni di pulizia». La nave cargo «MSC Zoe ha proseguito verso Bremerhaven per le operazioni di scarico delle merci. Nel frattempo, MSC sta analizzando le cause dell'incidente»

ALTRE FOTOGALLERY DELLA CATEGORIA