Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Oceani, caldo a livelli recordnel 2021: i dati preoccupanti della Nasa e quello che potrebbe succedere

Oceani, caldo a livelli recordnel 2021: i dati preoccupanti della Nasa e quello che potrebbe succedere
2 Minuti di Lettura
Lunedì 21 Marzo 2022, 13:42

Il mondo ha assistito a disastri climatici e meteorologici da record nel 2021, da inondazioni improvvise distruttive che hanno colpito le città di montagna in Europa alle inondazioni  in Cina e negli Stati Uniti, fino a ondate di calore e incendi mai visti. Per il sesto anno consecutivo,la Terra ha stabilito il record di più caldo della storia. Ma a preoccupare gli studiosi sono gli Oceani secondo i dati pubblicati dalla Nasa e dalla National Oceanic and Atmospheric Administration nel loro rapporto annuale sul clima globale del 13 gennaio 2022.

Groenlandia, il ghiaccio si scioglie 100 volte più veloce: perché gli scienziati sono preoccupati

Il tifone Rai ha ucciso oltre 400 persone nelle Filippine; L'uragano Ida ha causato danni stimati a 74 miliardi di dollari negli Stati Uniti.  A livello globale è stato il sesto anno più caldo mai registrato per le temperature superficiali, ma sotto la superficie, anche le temperature oceaniche stabiliscono nuovo calore record nel 2021. L'utlima ricerca mostra che il calore dell'oceano è a livelli record. Gli oceani del mondo sono più caldi che mai e il loro calore è aumentato ogni decennio a partire dagli anni '60. Questo aumento incessante è un indicatore primario del cambiamento climatico indotto dall'uomo. Quando gli oceani si riscaldano, il loro calore sovraccarica i sistemi meteorologici, creando tempeste e uragani più potenti e precipitazioni più intense. Ciò minaccia le vite umane e i mezzi di sussistenza, così come la vita marina. Gli oceani assorbono circa il 93% dell'energia extra intrappolata dai crescenti gas serra delle attività umane, in particolare dalla combustione di combustibili fossili.

© RIPRODUZIONE RISERVATA