MASCHERINE

Obbligo di mascherina all'aperto, per il Tar francese è «violazione della libertà». Pioggia di ricorsi a Parigi

Giovedì 3 Settembre 2020
Obbligo di mascherina all'aperto, per il Tar francese è «violazione della libertà». Pioggia di ricorsi a Parigi

L'obbligo di mascherina all'aperto «è una grave violazione della libertà personale e di circolazione». A dirlo è il Tar di Strasburgo, che ha bocciato il decreto del prefetto che imponeva di indossare 24 ore u 24 la mascherina anche quando non ci si trova al chiuso. 

Sgarbi, a Sutri multe a chi indossa la mascherina senza necessità: «Solo ladri e terroristi si coprono il volto»

Ora il decreto dovrà essere riscritto entro lunedì ma sarà necessario evidenziare reali necessità per densità di folla durante certe fasce orarie o in certi comuni o quartieri. Il provvedimento deve essere «rimodulato» e differenziato, in quanto - afferma il TAR - quello generalizzato (mascherine sempre e ovunque per tutti) è «una grave violazione della libertà personale e di circolazione».

Virus, boom di contagi in Francia: a Parigi con la mascherina. Spagna più infetta d'Europa

La decisione ha scatenato un'ondata di ricorsi in numerose altre città francesi dove era stato imposto l'obbligo di mascherina all'aperto come Parigi, Lione e Nizza, dove numerosi avvocati a nome di associazioni e semplici cittadini hanno chiesto che l'obbligo venga cancellato. 
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA