METEO

Novembre 2020 il mese più caldo della storia del mondo: e per l'Europa è l'autunno più mite

Lunedì 7 Dicembre 2020
Novembre il mese più caldo della storia del mondo: e per l'Europa è l'autunno più mite

Novembre 2020 è stato il mese più caldo della storia mondiale, mentre l'Europa ha registrato quest'anno il suo autunno più caldo: è quanto emerge da un rapporto di Copernicus Climate Change Service, il programma di osservazione della terra dell'Unione europea.

Covid, lo studio Iss: «Caldo diminuisce capacità del virus di infettare»

Clima, presenza anomala dopo il caldo: la Niña in autunno divide l'Italia tra pioggia e siccità

A livello globale, il mese di novembre 2020 è stato il più caldo da quando sono iniziate le rilevazioni. Per l'Europa è stato l'autunno più caldo mai registrato. A rilevarlo, gli scienziati di Copernicus Climate Change Service (C3S), implementato dal Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio raggio da parte della Commissione Europea. I dati mostrano che novembre è stato di circa 0,8°C al di sopra del periodo di riferimento standard di 30 anni del 1981-2010, più di 0,1°C al di sopra dei precedenti mesi di novembre più caldi del 2016 e 2019. Le temperature sono state per lo più superiori alla media in una vasta regione che copre gran parte dell'Europa settentrionale, della Siberia e dell'Oceano Artico. Temperature notevolmente superiori alla media si sono registrate anche in alcune parti degli Stati Uniti, in Sud America, in Africa meridionale, sull'altopiano tibetano, nell'Antartide orientale e in gran parte dell'Australia. In Europa, le temperature di novembre 2020 sono state particolarmente elevate, il che ne fa il secondo mese di novembre più caldo insieme a quello del 2009 e di 0,2°C al di sotto della temperatura del novembre 2015. Al contrario, le temperature sono state più basse rispetto alla media in Asia centrale e nell'Antartide occidentale.

Le temperature medie autunnali in Europa sono state più alte degli autunni passati. Per l'autunno boreale 2020 (settembre, ottobre e novembre), le temperature europee sono state di 1,9°C al di sopra del periodo di riferimento standard, e 0,4°C in più rispetto alla temperatura media del 2006, l'autunno più caldo. La maggior parte dell'Europa ha registrato temperature superiori alla media in particolare nelle zone settentrionali e orientali del continente. La regione Artica e soprattutto ampie zone della Siberia settentrionale hanno registrato temperature molto al di sopra della media per tutto il 2020, non solo durante il mese di novembre e l'autunno boreale. Lo stesso vale per la banchisa di questa regione, particolarmente bassa dall'inizio dell'estate. Anche qui, i dati di C3S mostrano che nel mese di novembre 2020 la banchisa ha raggiunto il livello più basso registrato nel mese di novembre dal 1979, quando sono iniziate le osservazioni satellitari. A un solo mese dalla fine dell'anno, i dati di C3S per l'anno in corso mostrano che il 2020 è attualmente alla pari con il 2016, l'anno solare più caldo registrato, seguito di poco dal 2019.

Ultimo aggiornamento: 10:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA