CORONAVIRUS

Virus Usa, New York riapre dopo 2 mesi di lockdown: tornano a lavoro 400mila persone

Lunedì 8 Giugno 2020
Usa, New York riapre dopo 2 mesi di lockdown: tornano a lavoro 400mila persone

New York riapre a cento giorni dal primo caso confermato di coronavirus e dopo oltre due mesi di lockdown. La Grande Mela torna alla normalità, almeno sulla carta. Oggi infatti inizia la prima fase della riapertura nella metropoli che con oltre 205.000 casi confermati e quasi 22.000 morti è stato a tutti gli effetti l'epicentro dell'epidemia nel Paese. Stando alle stime fornite in precedenza dal sindaco Bill de Blasio, fino a 400.000 persone potrebbero tornare a lavoro nel settore delle costruzioni, della manifattura e della vendita al dettaglio. Per riaprire, New York City ha dovuto soddisfare sette parametri imposti dal governatore, Andrew Cuomo. Sia le autorità statali e cittadine si sono dette ottimiste sul ritorno alla vita della città ma, stando al New York Times, oltre 885.000 posti di lavoro sono stati persi durante la pandemia e bisognerà aspettare il 2022 per vedere una forte ripresa. Inoltre, l'emergenza ha provocato un buco di 9 miliardi di dollari nel budget cittadino. E a rendere ancora più complicato il ritorno alla normalità, la città è alle prese con le proteste innescate dalla morte di George Floyd.

Coronavirus, diretta. Oltre 400mila morti nel mondo. Brasile, Bolsonaro oscura i dati. Oggi riapre New York

George Floyd, la protesta infiamma l'America: due uccisi dagli spari. Trump: cani feroci contro manifestanti
 

Ultimo aggiornamento: 15:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA