CORONAVIRUS

New York: Contro il virus lo Stato produce il suo disinfettante, mentre punisce con multe i negozianti che aumentano i prezzi

Martedì 10 Marzo 2020 di Anna Guaita
Il Governatore Cuomo presenta il disinfettante
​NEW YORK -  Cinquecento dollari di multa e la possibilità di perdere la licenza commerciale. Lo Stato di New York parte lancia in resta contro i negozianti che sfruttano il panico da coronavirus e aumentano i prezzi di alcuni prodotti necessari per la prevenzione. Da qualche giorno difatti alcuni individui hanno aumentato i prezzi di salviette e prodotti disinfettanti, oltre che delle mascherine protettrici.
 
Nella sua conferenza stampa quotidiana il governatore Mario Cuomo ha annunciato anche che i suo Stato ha cominciato a produrre un disinfettante​ «altamente efficace» che verrà distributo gratuitamente alle comunità più esposte oltre che alle scuole, le case di riposo, le chiese, e tutti i luoghi pubblici e gli enti cittadini. Il prodotto, dal nome “New York Clean” ha un contenuto di alcol del 75 per cento, ​ «e quindi - si è ventato Cuomo - è anche più efficace di quelli che comprate a caro prezzo, che non superano il 70%».
 
Il disinfettante verrà prodotto nella quantità di 450mila litri a settimana, dalla ditta Corcraft, per conto del governo statale. Cuomo ha anche scherzato che a differenza dei simili prodotti di marca, quello dello Stato di New York ha anche ​«un lieve bouquet floreale molto piacevole».

Quanto ai casi di aggiotaggio, già ieri un noto rivenditore di Manhattan è stato multato per aver messo in vendita flaconi di disinfettanti a 80 dollari e salviette igieniche a 40 dollari, quando questi prodotti normalmente dovrebbero costare gli uni intorno ai 6-7 dollari e le altre sui 4-5.
 
Per il momento la legge contro l’aggiotaggio è la stessa che fu adottata contro simili casi di profittatori  durante la crisi dell’uragano Sandy. Ma vari deputati della legislatura statale vorrebbero aumentare la multa da 500 dollari a 25 mila. Il governatore Cuomo e il sindaco di New York Bill De Blasio si sono detti favorevoli, e hanno insieme definito la pratica dell’aggiotaggio come ​«non solo vergognosa, ma illegale». Cuomo ha aggiunto: ​«E state sicuri che li beccheremo». Quando ha annunciato lo Stato di Emergenza, difatti, il governatore ha anche aperto una speciale linea telefonica gratuita perché i cittadini possano denunciare casi di rivenditori che espongano prodotti il cui prezzo sia aumentato più del 10 per cento rispetto al prezzo normale.


  © RIPRODUZIONE RISERVATA