New York, orrore a Central Park: 24enne pesca un cadavere da un laghetto. E' il terzo corpo in un mese

Venerdì 25 Settembre 2020 di Federica Macagnone

Pensava di aver agganciato un grosso pesce. Ma quando stava per tirare su la lenza è rimasto pietrificato: all’amo c’era il corpo di un uomo. Luis Castoire, 24 anni, è ancora sotto choc. Stava pescando in uno dei laghi di Central Park, a Manhattan, quando la sua mattinata di relax si è tarsformata in una scena da film horror.

Hafsa, riconosciuto il cadavere trovato nell'Adda. I genitori: «È lei». La ragazza inghiottita dal fiume l'1 settembre

 

 
Giovedì Luis stava pescando ad Harlem Meer, un lago situato nell'angolo nord-est di Central Park, vicino all'angolo tra Fifth Avenue e 110th Street: «Stavo pescando e al mio secondo lancio ho agganciato qualcosa. Quando ho alzato la lenza ho visto che era un corpo umano e ho chiamato la polizia. Non ho guardato bene il cadavere. So che era un uomo, ma non mi sono soffermato. Sono andato fuori di testa».
 
La polizia di New York  è stata chiamata sul posto e ha recuperato il corpo di un uomo sulla trentina che non è stato ancora identificato. «Ho fatto molte domande, ma poi me ne sono andato a casa dal mio bambino». Un medico legale condurrà un'autopsia per determinare la causa della morte.
 
E' la terza volta in questo mese che la polizia trova un cadavere a Central Park. Venerdì scorso i soccorritori sono stati chiamati nell'area di West 109th Street e West Drive poco prima delle 2 del mattino: hanno trovato un uomo di 59 anni in stato di incoscienza e non hanno potuto far altro che constatarne il decesso.
 
Il 7 settembre la polizia ha recuperato un altro cadavere da uno dei laghi del parco che si trova all'ingresso della 59th Street e Central Park West: il corpo apparteneva a un maschio adulto che non è stato ancora identificato. Le autorità hanno recuperato il corpo in seguito alla segnalazione di un passante: il cadavere galleggiava in acqua.

© RIPRODUZIONE RISERVATA