Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

New York, armi e violenza: stato di emergenza e super sceriffo (già contestato). Le mosse del sindaco Eric Adams

Il primo cittadino ex capo di polizia: «Metal detector in alcune stazioni»

New York, armi e violenza: stato di emergenza e super sceriffo (già contestato). Le mosse del sindaco Eric Adams
3 Minuti di Lettura
Giovedì 2 Giugno 2022, 18:57 - Ultimo aggiornamento: 19:00

New York violenta, il sindaco Eric Adams vuole imporre lo stato di emergenza e nominare un super sceriffoDue misure estreme per fermare la crescente violenza con l'uso di armi da fuoco. I numeri sono disarmanti: dal 2019 al 2021 le sparatorie sono quasi raddoppiate, passando da 777 a 1.562, come nel 2006, quando il primo cittadino era Michael Bloomberg. In questo quadro lo stato di New York si appresta a votare una stretta sulle armi, a partire dall'innalzamento dell'età per acquistarle: da 18 a 21 anni.

 

Sparatorie e morti e Buffalo, Texas e Oklahoma

All'indomani delle recenti stragi in Usa, da quella di Buffalo nell'Empire State a quella in Texas e, ieri, in Oklahoma, il sindaco Adams ha rimarcato: «È la battaglia dei nostri tempi in termini di diritti civili, dobbiamo affrontare non solo come le armi distruggono gli individui ma come distruggono l'anatomia delle nostre comunità e delle nostre città». Chi sarà il super sceriffo? Per il "gun violence zar", come lo ha ribattezzato il New York Times, gira già un nome che però fa discutere. Si tratta di Andre Mitchell, fondatore di Man Up!, gruppo anti violenza di Brooklyn. Tre anni fa il dipartimento delle indagini di New York, aveva criticato l'organizzazione per una gestione carente e per aver impiegato diversi parenti dello stesso Mitchell, in violazione del contratto del gruppo con la città. Adams aveva tentato di nominare il fratello vice commissario del dipartimento di polizia a 240 mila dollari l'anno, prima di essere bocciato dalla commissione etica. Mitchell, allora, ha già giocato d'anticipo assicurando che servirebbe come volontario e che punterebbe sulla prevenzione mirata, come già fa col suo gruppo. 

Senzatetto cacciati e divisione anti-armi

Il sindaco Adams, ex capitano di polizia, sta valutando anche i metal detector in alcune stazioni undeground ma per ora non è bastato a fermare la spirale di violenza. Si era fatto eleggere promettendo un giro di vite al crimine. Dopo il suo insediamento ha rafforzato la sicurezza nella metropolitana, ha cacciato i senzatetto e aumentato la presenza di poliziotti, ha rilanciato una divisione anti-armi abolita in passato a causa agli abusi denunciati.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA