Neonata abbandonata in una scatola di cartone con una straziante lettera: «Prendimi e trovami una famiglia»

«Sono nata il 31 dicembre 2021 alle 6 del mattino, sono nata prematura di 12 settimane»

Neonata abbandonata in una scatola di cartone con una straziante lettera: «Prendimi e trovami una famiglia»
4 Minuti di Lettura
Lunedì 3 Gennaio 2022, 16:22 - Ultimo aggiornamento: 17:30

Una neonata è stata ritrovata in una scatola di cartone in balia del vento freddo e delle temperature sotto lo zero in Alaska. Ad accompagnare il suo piccolo corpicino, un messaggio scritto dalla mamma negli istanti precedenti l'abbandono: «I miei genitori e i miei nonni non hanno cibo o soldi per allevarmi. Non hanno mai voluto farmi questo». Ad accorgersi della bambina è stata Roxy Lane, un abitante della regione che ha postato il video del ritrovamento sulla propria pagina Facebook.

Neonata abbadonata in Alaska, le immagini del ritrovamento 

La madre non poteva permettersi di darle da mangiare e così ha deciso di abbandonarla a poche ore dalla sua nascita, secondo la polizia verso le 14:00 del primo giorno dell'anno. Un gesto estremo, che nascondeva  la speranza di una vita migliore per la piccola. Roxy Lane, residente a Fairbanks, ha notato la scatola, salvandole la vita. «Mi aiuti per favore!!!», sono le prime parole della lettera lasciata dalla madre.

«Sono nata il 31 dicembre 2021 (alle) 6 del mattino sono nata prematura di 12 settimane. Mia madre era di 28 settimane quando mi ha partorito. I miei genitori e i miei nonni non hanno cibo o soldi per allevarmi. Non hanno mai voluto farmi questo», si legge.

«Mia madre è così triste di farlo», continua il messaggio. «Per favore, prendimi e trovami una famiglia amorevole. I miei genitori stanno implorando chiunque mi trovi. Mi chiamo Teshawn». La bambina è stato portata in un ospedale locale dove è arrivata «in buona salute», secondo quanto riferiscono le forze dell'ordine.

Varese, Paitoni autorizzato dal gip a vedere il figlio (nonostante fosse ai domiciliari per tentato omicidio)

Lane ha scritto nel post di aver trovato la bambina in una scatola di cartone vicino a una fila di cassette della posta vicino a casa sua. «Ho elaborato i miei sentimenti tutto il giorno e ho attraversato tutti i diversi scenari e ragioni, con il mio ragazzo e la mia famiglia, sul perché potesse essere successo qualcosa del genere», ha scritto, specificando come i genitori erano probabilmente giovani e ignari dell'Alaska Safe Haven Law, in base alla quale si possono lasciare i propri figli indesiderati presso un ospedale, una chiesa, una polizia o una stazione dei vigili del fuoco locali.

Covid, ricoverate due gestanti e un neonato

Lane ha supplicato chiunque conoscesse la madre di contattarla, poiché potrebbe aver bisogno di cure mediche o «potrebbe trovarsi in una situazione disperata». «Chiaramente, qualcuno nella nostra comunità si è sentito così perso e senza speranza che ha fatto probabilmente la scelta più difficile della sua vita di lasciare quella vita innocente sul ciglio della strada con nient'altro che alcune coperte e un nome», ha scritto nel post. «Ma lei l'ha chiamato! C'è un po' di amore lì, anche se ha preso una decisione terribile». «Oggi ho salvato un bambino e probabilmente penserò a Teshawn per il resto della mia vita», ha scritto Lane.

Torre del Greco, bambino di 2 anni morto annegato: madre fermata per omicidio. «L'ha gettato in mare, pensava avesse un ritardo mentale»

© RIPRODUZIONE RISERVATA