Neonata abbandonata in una fogna a Mumbai: salvata dall'allarme dato dai gatti

I femminicidi neonatali e gli abbandoni di figlie femmine sono ancora frequenti in India

Neonata abbandonata in una fogna a Mumbai: salvata dall'allarme dato dai gatti
3 Minuti di Lettura
Giovedì 18 Novembre 2021, 18:11

Abbandonata su un canale di scolo di una fogna, nel quale ha rischiato di annegare, poi il ritrovamento da parte di un gruppo di persone allarmati dall'insolito comportamento di un gruppo di gatti. Questa la storia di una neonata di Mumbai in India, di appena dodici giorni. La piccola al momento è ricoverata in un ospedale neonatale in buone condizioni.

La vicenda

Secondo i medici sarebbe fuori pericolo la neonata ritrovata sul canale di scolo vicino a una fogna a Mumbai, dove era stata abbandonata. L'acqua stagnante la stava per sommergere, quando fortunatamente è stata salvata da alcuni abitanti del villagio della zona. Alla stampa locale hanno raccontato di essersi insospettiti dall'agitazione di un gruppo di gatti, che, radunati sul ciglio della strada, «sembravano voler attirare l'attenzione sulla bimba, con i loro insistenti miagolii».

Le indagini

La polizia ha avviato un'indagine sull'accaduto alla stampa hanno dichiarato di non avere al momento piste da seguire: la neonata, che sarà data in adozione non appena fuori pericolo, era avvolta in un telo di cotone bianco.

Uccide la moglie incinta di 5 mesi che lo vuole lasciare. In un video lei chiede pietà per il bambino che ha in grembo

 

I femminicidi neonatali in India

L'uccisione delle neonate è una pratica antica non del tutto estinta nel Paese asiatico, soprattutto nelle aree più povere. In molte zone, una figlia femmina è ritenuta un inutile e pesante fardello, da sopprimere se possibile.

Per evitare l'uccisione delle femmine con l'aborto, la legge proibisce alle madri di conoscere il sesso del nascituro durante la gravidanza; ma numerose cliniche offrono l'ecografia illegale e il conseguente aborto clandestino. Nei casi più disperati, le famiglie che non possono affrontare questi costi e non si vogliono prendersi cura di una figlia femmina ricorrono all'abbandono.

Padre afghano vende la figlia di 9 anni in sposa a un 55enne: «Dovevo sfamare la famiglia»

© RIPRODUZIONE RISERVATA