Russia, la Duma approva la legge anti-Navalny: il suo movimento non potrà candidarsi alle elezioni

Russia, la Duma approva la legge anti-Navalny: il suo movimento non potrà candidarsi alle elezioni
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 26 Maggio 2021, 10:29 - Ultimo aggiornamento: 10:44

La Duma ha adottato nella sua terza e ultima lettura il ddl che vieta alle persone legate a organizzazioni bollate da un tribunale come «terroristiche o estremiste» di candidarsi alle elezioni, di qualsiasi livello, per cinque anni. La misura viene vista come strumentale a mettere fuori gioco il movimento di Alexey Navalny in vista delle parlamentari di settembre. La restrizione si applicherà ai fondatori di tali organizzazioni e ai dirigenti (i capi, i vice, i capi delle divisioni strutturali e regionali e i loro vice). Lo riporta Interfax. Ora il provvedimento passa al Senato (di norma una pura formalità) e poi a Putin

Navalny, arrestato il responsabile social. L'avvocato: «Picchiato dalla polizia per ottenere le password»

I dipendenti e sostenitori del leader di opposizione russo Alexei Navalny verranno così esclusi dalla partecipazione alle elezioni organizzate in futuro nel paese. Il provvedimento esclude dalle candidature le organizzazioni classificate come terroristiche o estremiste: i gruppi politici che operano a livello regionale e fanno riferimento a Navalny erano stati precedentemente inseriti tra le organizzazioni estremiste, senza passare per un provvedimento giudiziario. Al momento le elezioni considerate sono quelle parlamentari ma stando ad un'anticipazione della Tass, il provvedimento è stato modificato per includervi i voti tenuti ad ogni livello. Esclusi dal voto anche tutti coloro - individui o organizzazioni - che sostengono o finanziano le organizzazioni che fanno capo a Navalny. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA