Nato intercetta due jet russi vicino alla Norvegia e manda gli F-35. Oslo: «Reazione aggressiva»

La segnalazione è arrivata da parte del CRC (Centro di controllo e segnalazione) di Sørreisa (nel Finnmark)

Nato intercetta due jet russi vicino alla Norvegia. Oslo: «Reazione aggressiva»
di Alessandro Rosi
3 Minuti di Lettura
Venerdì 27 Maggio 2022, 16:30 - Ultimo aggiornamento: 28 Maggio, 09:12

Continuano le incursioni degli aerei di Putin nello spazio aereo europeo. La Nato ha intercettato due jet russi vicino al confine della Norvegia. I velivoli del Cremlino sono stati avvistati al largo della costa del Finnmark, nel nord del Paese scandinavo, da due caccia F-35. L'invasione arriva in un momento di crescente tensione tra la Russia e la Scandinavia, dopo che Svezia e Finlandia hanno deciso di aderire all'Alleanza Atlantica.

Kadyrov minaccia la Polonia, il leader ceceno (amico di Putin): «Se arriverà l'ordine la prenderemo in 6 secondi»

Nato intercetta jet russi vicino alla Norvegia, cosa succede

Gli aerei russi intercettati dalla Nato sono il Mikoyan MiG-31 "Foxhound" e il Sukhoi Su-24 "Fencer". Si sono ritirati verso est dopo essere stati intercettati dai jet norvegesi. La Royal Norwegian Air Force ha twittato: «L'F-35 ha identificato due aerei russi a nord di Finnmark oggi».

Il CRC (Centro di controllo e segnalazione) di Sørreisa (nel Finnmark) ha segnalato i velivoli e la NATO ha ordinato agli F-35 di mettersi sulla loro scia. «L'aereo russo ha volato verso il Mar di Norvegia prima di tornare verso est. L'F-35 è in pronto a intervenire per la Norvegia e la #NATO. #WeAreNATO #f35».

 

La reazione norvegese

Stine Barclay Gaasland, portavoce dell'aeronautica norvegese, conferma a TV 2 che ieri hanno dovuto inviare aerei norvegesi. Ha poi indicato che le forze armate norvegesi hanno due caccia F35 sempre in attesa, in quello che chiamano Quick Reaction Alert (QRA) per la NATO: «In 15 minuti devono pronti. 24 ore al giorno, 365 giorni all'anno». La Royal Norwegian Air Force ha sempre due caccia F-35 in standby come parte del Quick Reaction Alert della NATO. «Non era nello spazio aereo norvegese», ha indicato la portavoce. Altrimenti ci «sarebbe stata un'azione più aggressiva». È una minaccia per la Norvegia? «Non voglio dirlo, perché siamo abituati a che succeda e non c'è nulla di illegale in esso. Prestiamo molta attenzione a tutte le attività nelle nostre aree locali».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA