Nantes, accoltella poliziotta e ferisce 2 gendarmi: catturato islamista, muore poco dopo

Nantes, accoltella poliziotta e ferisce 2 gendarmi: catturato islamista, muore poco dopo
3 Minuti di Lettura
Venerdì 28 Maggio 2021, 15:10 - Ultimo aggiornamento: 15:17

Momenti di paura a Nantes, in Francia, dove una poliziotta del corpo municipale è stata ferita in modo grave ad una coscia da un accoltellatore che si è dato alla fuga. L'uomo, che era fuggito con l'arma della sua vittima, è stato poi catturato dagli agenti ma dalle ferite riportate nello scontro  è morto dopo poche ore. 

Roma, tradito dal compleanno della figlia: rientra in città e viene arrestato: era latitante in fuga dal 2006

Prima di essere fermato, l'aggressore ha tentato di reagire e ha aperto il fuoco contro le forze dell'ordine che lo avevano localizzato. Tre gendarmi sono stati raggiunti da proiettili. Di questi, uno sarebbe rimasto ferito a una mano e un altro ad un braccio. Anche l'aggressore era rimasto gravemente ferito ed è poi deceduto. L'aggressore - che aveva una quarantina d'anni - era noto per la sua radicalizzazione islamica, avvenuta nel carcere dove ha scontato una pena per reati comuni. Gli inquirenti lo avevano iscritto nel fascicolo degli islamisti a rischio per la loro radicalizzazione.

Francia, poliziotta uccisa a coltellate. Ucciso l'aggressore tunisino, ha urlato «Allah Akbar»

Nel suo fascicolo emerge anche la presenza di disturbi psichiatrici. L'aggressione è avvenuta stamattina nei locali della polizia municipale a La Chapelle-sur-Erdre, a qualche chilometro da Nantes, nell'ovest del Paese. Sul posto erano arrivate le teste di cuoio dei reparti antiterrorismo.Impegnati, 240 gendarmi, tiratori scelti, unità cinofile e un elicottero. Su Twitter, la gendarmeria aveva lanciato un appello ai residenti ad "evitare la zona e rispettare strettamente le consegne".

L'aggressione subita oggi vicino a Nantes da una poliziotta segue, di poco più di un mese, un altro accoltellamento, sempre ai danni di una agente di polizia francese. Era il 23 aprile, infatti, quando nei pressi del commissariato di Rambouillet, a una sessantina di chilometri a sudovest di Parigi, un immigrato tunisino ha accoltellato alla gola una funzionaria amministrativa di 49 anni, uccidendola. L'aggressore è stato a sua volta ucciso dalla polizia, che gli ha sparato per fermarlo. In quell'occasione l'antiterrorismo ha aperto un'indagine e in merito all'omicidio sono state fermate tre persone ritenute legate al killer, arrivato in Francia dalla Tunisia nel 2009. Era stato regolarizzato bel 2019.

© RIPRODUZIONE RISERVATA