CORONAVIRUS

Natale, l'Ue: «evitare sci, messe affollate e allungare le vacanze a scuola»

Mercoledì 2 Dicembre 2020
Natale, l'Ue: «Deve essere più sicuro, allungare le vacanze ed evitare messe affollate»

Oggi c'è la riunione dei ministri della Salute europei. Si sta parlando di Natale e messe, e ne sta parlando la commissaria Stella Kyriakides che ha comunicato dati sui contagi ancora molto preoccupanti: «Ogni 17 secondi una persona muore di Covid in Europa, e oltre cinquemila persone muoiono ogni giorno».

Per quanto riguarda la scuola, «al fine di ridurre i rischi di trasmissione nel periodo che segue le festività», si invita a «valutare di allungare le vacanze scolastiche» o di ricorrere a «un periodo di apprendimento on-line, in modo da introdurre un periodo cuscinetto ed evitare la diffusione dei contagi a scuola».

Bozza Ue, allungare le vacanze di Natale per le scuole

Scuola, riapertura a metà dicembre: l'ultimo tentativo di Conte e Azzolina

È quanto si legge nelle linee guida presentate dalla commissaria alla Salute, Stella Kyriakides, in vista delle festività natalizie. Nella strategia, si chiede anche «di valutare di non permettere assembramenti» e di «considerare di evitare cerimonie religiose con grossi assembramenti, sostituendole con iniziative online, in tv o radio». 

 

Nell'Ue la situazione epidemiologica è «seria, delicata e precaria. Potremmo vedere una stabilizzazione, ma a un livello molto alto». Lo dice la commissaria europea alla Salute Stella Kyriakides, in videoconferenza stampa a Bruxelles. Kyriakides ricorda che oggi nell'Ue in media «una persona perde la vita ogni 17 secondi» a causa della Covid-19. E se durante le feste di Natale e fine anno «non saremo prudenti, avremo più casi, più morti e più lockdown. Era vero in luglio ed è vero oggi», ma stavolta «abbiamo l'occasione di fare» le cose diversamente da quanto accaduto l'estate scorsa, conclude.

«Non vogliamo cancellare il Natale, ma lo vogliamo più sicuro per tutti. Non vogliamo vedere le celebrazioni del Natale diventare eventi superdiffusori» del Covid 19. Così la commissaria alla Salute, Stella Kyriakides, presentando la strategia sul Covid in vista delle festività natalizie. 

«Capisco che le festività di fine anno sono un appuntamento importante ma siamo di fronte ad una pandemia. Non dobbiamo allentare le restrizioni» anti-Covid «altrimenti metteremo a repentaglio i progressi fatti negli ultimi mesi». Così la commissaria Ue alla Salute Stella Kyriakides ha risposto ad una domanda sullo sci e gli altri sport invernali. «Sono soddisfatta della decisione dell'Austria - ha aggiunto -. Ricordo quanto avvenuto a febbraio e marzo, quando molti «al ritorno dalla settimana bianca portarono a casa il virus».

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 15:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA