Ucraina, la mitragliatrice Maxim ha più di 100 anni ma l'esercito di Kiev la usa ancora: «Più affidabile di quelle moderne»

Questo tipo di armi sono entrate in servizio durante l'epoca dello Zar ma si sono rivelate utili contro l'esercito di Putin

Ucraina, perché l'esercito ucraino usa ancora la mitragliatrice Maxim del 1910
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 18 Maggio 2022, 15:06 - Ultimo aggiornamento: 18:02

Da armi dello Zar di inizio '900 a strumenti per la resistenza ucraina contro l'invasione di Putin. Le mitragliatrici Maxim M1910 hanno oltre 100 anni ma l'esercito ucraino le ha ripescate da antichi depositi polverosi e le ha schierate in campo contro le truppe di Mosca dove si sono rivelate strategiche.

Alcuni esperti militari russi hanno segnalato l'utilizzo di quest'arma da parte degli ucraini, definendolo un gesto disperato e una prova che gli ucraini sono a corto di armi. Ma non è così: diversi membri dell'esercito ucraino hanno infatti detto di preferire l'utilizzo di questa mitragliatrice e quelle più moderne per alcuni vantaggi tecnici - come il raffreddamento ad acqua - che le rendono più affidabili di quelle contemporanee.

 

La mitragliatrice Maxim M1910 

Brevettate nel 1883 dall'inventore britannico-americano Hiram Maxim, le Maxim M1910 sono state le prime mitragliatrici veramente automatiche nella storia, utilizzate soprattutto durante il colonialismo europeo e poi nelle guerre mondiali. Sono entrate in servizio nell'esercito dello zar nel 1910.

Punto di debolezza, il loro peso di 68 kg  che le rende difficilmente trasportabili nonostante il supporto su ruote consenta di trainarle dietro a un veicolo. Il PKM russo pesa meno di un quinto. Il vantaggio però è il rafreddamento ad acqua, assente nelle armi più moderne e leggere: in quest'ultime sparare continuamente oltre un minuto può causare la deformazione della canna dell'arma, mentre la Maxim non ha questi problemi. Gli ucraini le hanno utilizzate piazzandole su postazioni fisse e fortificazioni diensive. Inoltre un altro aspetto positivo è la precisione del tiro, efficace anche fino a 3 km: un soldato ucraino, intervistato nel 2016 ha confermato che l'M1910  è molto preciso a 1 km ed efficace anche a 3 km e che non lo avrebbe scambiato per un'arma più moderna. 

Utilizzate in Donbass e in Siria 

Un rapporto del 2012 ha mostrato che l'Ucraina aveva 35.000 armi in deposito prodotte tra il 1920 e il 1950. Nel 2016 il ministro della Difesa ucraino ha confermato di aver autorizzato il rilascio di alcuni M1910 dalle scorte governative. Questo tipo di arma non è ufficialmente in servizio in nessun esercito, ma è stata impiegata anche in Donbass - da parte delle milizie separatiste russe - oltre che in Siria e in Vietnam. 

Problemi con le nuove mitragliatrici Mayak KM 

Su una cosa però la propaganda della Russia potrebbe avere ragione, cioè che il tentativo ucraino di ricreare una mitragliatrice più moderna nel 2011 era fallito: le truppe avevano riportato problemi con il Mayak KM, inclusa l'impossibilità di mirare a bersagli a meno di 400 metri di distanza a causa di un dispositivo che oscurava la vista.Al momento l'Ucraina ha importato una serie di mitragliatrici straniere e i meccanici ucraini stanno raccogliendo anche armi da veicoli russi distrutti per utilizzarle come armi di fanteria. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA