Coronavirus: centinaia di contagi in miniera oro russa. I lavoratori: «Circondati come una prigione»

Mercoledì 20 Maggio 2020
​Coronavirus: centinaia di contagi in miniera oro russa, ma i lavori continuano

Centinaia di contagi in una miniera d'oro in Russia. La miniera d'oro Olimpiada, la più grande della Russia, è stata isolata dopo che centinaia di operai sono risultati positivi al nuovo coronavirus: lo riporta il Moscow Times citando la testata online Sibir.Realii. La miniera - che si trova in Siberia, in cui lavorano quasi 6.000 persone - è diventata un focolaio di Covid-19, ma la società proprietaria - la Polius - assicura che l'epidemia non influirà sui lavori di estrazione.

LEGGI ANCHE --> Coronavirus Russia, quasi 10 mila contagi in un giorno: morti in totale sono 2.631

L'amministratore delegato della Polius, Pavel Grachev, ha annunciato ieri che 866 operai sono risultati positivi ai primi test, mentre le autorità della regione di Krasnoyarsk hanno reso noto successivamente che il virus è stato confermato in quasi 400 persone. Gli operai denunciano condizioni igieniche inadeguate e il mancato rispetto della distanza di sicurezza. «Hanno portato la Guardia Nazionale per non farci iniziare una protesta, ci hanno circondati come una prigione, con pattugliamenti ovunque», spiega un minatore a Radio Free Europe/Radio Liberty.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA