Spinge sui binari un uomo che aspetta la metro: «Ero strafatto di crack»

Venerdì 5 Ottobre 2018
Spinge sui binari un uomo che aspetta la metro: «Avevo fumato del crack»

Il video è sconvolgente e mostra il momento in cui un l'capo dell'Eurotunnel viene spinto sui binari della metropolitana di Londra pochi secondi prima dell'arrivo del treno in stazione. Sir Robert Malpas, 91 anni, ha detto che si è sentito "volare" sui binari dalla piattaforma di Marble Arch dopo che Paul Crossley, 46 anni, lo ha spinto da dietro con entrambe le mani. A raccontare la storia è il Daily Mail.
 

A salvare l'anziano è stato un eroe, Riyad El Hussani, che è letteralmente saltato dalla banchina riuscendo a salvare Sir Robert mentre giaceva disteso sulle rotaie a un minuto dall'arrivo di un altro treno.  L'ex capo dell'Eurotunnel se l'è cavata con qualche frattura e un vistoso taglio sulla testa che ha richiesto una sutura di 12 punti. 

Crossley, a cui è stata diagnosticata la schizofrenia paranoica quando aveva 17 anni, oggi è stato riconosciuto colpevole di due tentati omicidi, visto che Sir Robert, nominato cavaliere dalla Regina nel 1998, non è la prima vittima di Crossley: in precedenza il paranoico aveva tentato di spingere un'altra vittima sotto un treno a Tottenham Court Road.

Tobias French, invece, il primo obiettivo del killer psicopatico era riuscito a mantenere l'equilibrio quando è stato spinto da Crossley alla stazione di Tottenham Court Road. Crossley ha detto ai giurati che le sue vittime sono state scelte a caso, ma ha affermato che non aveva intenzione di ucciderle.

L'uomo comunque è stato riconosciuto colpevole di due tentati omicidi. Il giudice poi ha detto: «Il signor El Hussani ha mostrato un coraggio straordinario con un totale disprezzo per la propria incolumità nel salvare Sir Robert ed è ovviamente da lodare per questo».

L'assalitore ha detto ai giurati che era strafatto di crack dal giorno prima e si è sentito paranoico mentre si dirigeva verso il West End per prendere un caffè. Poi la follia omicida.

© RIPRODUZIONE RISERVATA