Usa, bimba di 3 anni stuprata nel bagno di un McDonald’s: rapita sotto gli occhi del papà

Lunedì 2 Marzo 2020 di Alessia Strinati
1

Una bambina di 3 anni è stata violentata nel bagno di un McDonald’s di Chicago. Christopher Puente, 34 anni, ha abusato della piccola che si trovava nel fast food insieme alla sua famigia. Il papà ha accompagnato la bambina e il figlio più piccolo in bagno ed è stato in quel momento che lo stupratore ha agito.

Il papà era entrato in uno dei bagni del wc pubblico per cambiare il figlio più piccolo, così il 34enne ha sottratto la bambina, l'ha chiusa in un bagno, l'ha spogliata e ha abusato di lei. La piccola ha gridato più volte aiuto, invocando il nome del papà, ma Puente le ha tenuto la bocca chiusa per evitare di essere scoperto, come riporta anche Metro

Il papà ha però sentito i lamenti della bimba e ha provato più volte ad aprire la porta, non riuscendoci si è affacciato nella parte superiore e si è trovato davanti allla scena choc. Istintivamente ha sollevato subito la figlia e l'ha portata al sicuro, ma quando è tornato in bagno per affrontare lo stupratore l'uomo si era dato alla fuga. Immediatamente sono scattate le indagini e Puente è stato incastrato dalle telecamere di sicurezza ed è stato arrestato. Ora è accusato di aggressione sessuale criminale predatoria.

Ultimo aggiornamento: 3 Marzo, 10:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA