ULTIMA ORA

La modella Lilia Sudakova uccide il marito che rientra con l'amante: «Mi aveva chiesto di cucinare per loro»

Giovedì 3 Dicembre 2020
La modella Lilia Sudakova uccide il marito che rientra con l'amante: «Mi aveva chiesto di cucinare per loro»

Il marito è tornato a casa ubriaco con l'amante, e ha chiesto alla moglie di cucinare per loro. E la moglie, la top model Lilia Sudakova di 26 anni, lo ha ucciso a coltellate. La top model russa Lilia Sudakova, infatti, ha ucciso il marito Sergey Popov, di 28 anni, a causa delle continue molestie che sarebbe stata costretta a subire.

La 26enne ha raccontato agli investigatori che suo marito era tornato a casa con una donna conosciuta al bar e le avrebbe chiesto di cucinare per loro. Sarebbe però stato solo l'ultimo di una serie di episodi di abusi e umiliazioni che la modella sarebbe stata costretta a subire, come riporta anche la madre della donna. Lilia, molto famosa nel settore della moda e comparsa su diverse riviste russe, tra cui la copertina di Vogue, e poi cinesi e anche italiane, avrebbe quindi agito per legittima difesa. 

 

Orgia gay con l'europarlamentare ungherese omofobo, parla l'organizzatore: «Quel deputato si è imbucato alla mia festa di Bruxelles»

Pompeo invita 900 persone alla festa di Natale: violate regole anti Covid che prevedono al massimo 10 partecipanti

 

 

I soccorsi

Subito dopo aver aggredito il marito ha chiamato un'ambulanza che ha soccorso il 28enne morto poco dopo il ricovero in ospedale. La modella ha spiegato di aver agito in preda alla gelosia, di aver visto tornare a casa il marito ubriaco con un'altra donna e di averle imposto di cucinare per tutti e due. Quando lei si è rifiutata l'ha afferrata per i capelli e così lei si è difesa.

 

 

 

 

 

Vaccino Covid, Ippolito (Spallanzani): "Chi è stato contagiato non dovrà farlo"

Controllare il livello degli anticorpi corporei - semmai - e non vaccinarsi per il nuovo coronavirus. Lo dice il direttore scientifico dell'Istituto Chi ha avuto il non deve vaccinarsi contro la malattia perché ha sviluppato anticorpi naturali, semmai dovrà controllare il livello di questi anticorpi. E quando questi dovessero scendere, si può riconsiderare una vaccinazione".


 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 5 Dicembre, 14:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA