FEMMINICIDIO

Mamma uccisa dall'ex mentre la figlia è a lezione online, i compagni vedono tutto su Zoom

Giovedì 13 Agosto 2020 di Alix Amer
Mamma uccisa dall'ex mentre la figlia è a lezione online, i compagni vedono tutto su Zoom

Una bambina di dieci anni di una scuola elementare in Florida era collegata sulla piattaforma Zoom per il suo primo giorno di lezioni online, quando l’ex fidanzato della mamma è entrato in casa ed ha ucciso la donna. L’ufficio dello sceriffo della contea di Martin ha spiegato che il 27enne Donald J. Williams ha sparato e ucciso la sua ex ragazza Maribel Rosado-Morales, 32 anni, davanti ai suoi sei figli nella loro casa a Indiantown. E proprio una delle figlie di Maribel, una studentessa della Warfield Elementary, era collegata su Zoom con i suoi compagni di classe per una lezione virtuale quando all’improvviso si sono sentite urla e parolacce sullo sfondo della  videochiamata.

Viviana Parisi, spunta una telefonata al numero d'emergenza: «C'è stato un incidente e c'è anche un bambino»
 


Bambina rapita dalla madre non è più in Sardegna: si trova a Montecarlo

Il trambusto ha spinto l’insegnante della bambina a disattivare l’audio della chiamata, rendendosi conto che era in corso “una lite domestica”. La donna ha poi visto la ragazzina portare le mani alle orecchie e piangere disperatamente. «È stato in quel momento che Williams ha aperto il fuoco all’interno della casa», ha detto la polizia. Lo schermo della bambina è diventato improvvisamente nero dopo che uno dei proiettili ha colpito il suo computer.
 

 

Israele, accordo con gli Emirati Arabi per un piano di pace in Medioriente. Stop annessione territori palestinesi

Una tragedia nella tragedia: Maribel è stata uccisa a colpi di arma da fuoco davanti ai suoi sei figli - di età compresa tra i 10 e i 17 anni - che in quel momento si trovavano all’interno della casa. Gli investigatori dicono che Williams è poi fuggito dalla scena del crimine in bicicletta, prima di salire a bordo di un autobus e chiedere all’autista di portarlo a Stuart. Ma il conducente si è subito insospettito per il suo comportamento e ha chiamato il 911. Una squadra Swat ha risposto e Williams è stato arrestato 40 minuti dopo che Maribel era stata uccisa.

Coronavirus, Lopalco: «In Puglia innesco della seconda ondata, contenere la mareggiata»

Le autorità hanno detto di aver recuperato una pistola da una borsa che Williams aveva in spalla e che credono sia stata usata nella sparatoria. L’arma era stata segnalata come rubata da un’auto nel 2015. Maribel, nel frattempo, era stata trasportata in aereo al Lawnwood Regional Medical Center, dove è stata dichiarata morta poco dopo l’arrivo. Gli investigatori hanno raccontato che Williams ha dato una confessione completa e dovrà affrontare accuse di omicidio di primo grado, furto con scasso a mano armata e invasione armata nella casa, tra gli altri reati. «Una mamma di sei figli è stata uccisa e questa è una cosa terribile. Era una donna dolce e amorevole, siamo tutti sconvolti», dicono sconvolti i vicini di casa. La storia tra Maribel e Williams era finita da oltre un anno. La donna si era ricostruita la vita con un altro ragazzo ed era «finalmente felice».

Ultimo aggiornamento: 20:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche