Malta, gli agenti rubano la benzina e si fanno pagare straordinari senza farli: 30 arresti, dimezzata la stradale

Venerdì 14 Febbraio 2020 di Giampiero Valenza
Dimezzata la sezione della polizia stradale di Malta. Nell'ambito di una indagine su presunte frodi, circa 30 agenti (su un totale di 50) sono stati arrestati. A rilevarlo è il quotidiano Times of Malta. Sotto accusa ci sarebbe l'eccesso al lavoro straordinario che il personale non avrebbe mai svolto o mai autorizzato. Centinaia sarebbero le ore pagate ma mai fatte, per un periodo di circa 3 anni. Non solo: avrebbero usato il carburante delle auto della polizia per i propri mezzi privati. 

Tra i sospettati anche di queste frodi anche il capo della polizia stradale, che ha presentato le sue dimissioni. Secondo le accuse avrebbe chiesto le indennità relative all'uso delle motociclette pur se lui continuava ad usare un mezzo con l'autista.  

La polizia ha dichiarato che è stato preparato un piano di emergenza per garantire che le leggi del codice stradale possano continuare ad essere applicate. 

L'indagine che ha riguardato la stradale è stata aperta a seguito di una lettera arrivata al commissario di polizia raccontava dei compiti mai autorizzati e mai svolti da parte degli agenti.
  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Che cosa fa litigare i negozianti e i padroni dei cani

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma