«Maddie è morta, abbiamo le prove». Il pm tedesco avvisa i genitori ma lo loro smentiscono: «Falso, mai ricevuto nulla»

Martedì 16 Giugno 2020
«Maddie è morta, abbiamo le prove». Il pm tedesco avvisa i genitori della piccola scomparsa nel 2007

«Vostra figlia è morta». I procuratori tedeschi hanno scritto ai genitori di Madeleine McCann, comunicando loro di avere «prove concrete» della sua morte. Lo scrive il Daily Mail, spiegando che non sono state rivelate le circostanze del decesso per non mettere a repentaglio l'inchiesta del procuratore Hans Christian Wolters sul principale sospettato, Christian Brueckner. «Capisco i genitori ma se riveliamo maggiori dettagli possiamo compromettere l'indagine», ha detto Wolters, «non possiamo dire perché è morta poiché è più importante inchiodare il colpevole piuttosto che mettere le nostre carte sul tavolo spiegando loro perché pensiamo lo sia». La piccola Maddie è scomparsa nel 2007 in Portogallo, quando aveva 4 anni. «Questo è un caso di omicidio, non di persona scomparsa», ha precisato il procuratore Wolters.

Ma i genitori affermano che «è falsa la notizia che abbiamo ricevuto una lettera dalle autorità tedesche in cui si afferma che esistono prove che Madeleine è morta». Lo riporta SkyNews. «Queste storie prive di fondamento» hanno causato inutili ansie agli amici e alla famiglia e «hanno nuovamente sconvolto la nostra vita», ha spiegato ancora Kate e Gerry McCann.
 

Maddie, l'orco avvisò l'ex fidanzata in Portogallo: «Devo fare una cosa orribile». Si indaga sul complice

Maddie McCann, il pedofilo sospettato disse: «È morta. Puoi far scomparire il cadavere dandolo in pasto ai maiali»

La lettera inviata dai procuratori tedeschi ai genitori di Maddie, Kate e Gerry McCann, rappresenta la prima comunicazione ufficiale alla famiglia sul decesso. Secondo quanto riporta The Mirror, Kate e Gerry hanno chiesto di vedere le prove del decesso. Tramiti i registri telefonici, la polizia tedesca ha localizzato il 43enne Brueckner vicino al luogo in cui Maddie è scomparsa nel 2007, a Praia da Luz, in Portogallo. Il sospetto omicida è indagato anche per il caso di Joana, scomparsa a 8 anni, nel 2004, a 8 chilometri da Praia da Luz. Sospettato di aver rapito anche una bimba tedesca, Inga, nel 2015. Brueckner all'età di 17 anni era stato condannato a due anni di prigione per abusi sessuali su una bimba ed è stato arrestato nel 2018 in Italia con un mandato di cattura internazionale per lo stupro di una turista in Algarve, proprio dove è scomparsa.

Maddie, sospetti sul pedofilo tedesco. Svolta dopo 13 anni, per i pm è morta. Sospettato arrestato a Milano nel 2018

Nei giorni scorsi erano emersi alcuni dettagli: un complice avrebbe segnalato al presunto assassino, Christian Brueckner, che i genitori della piccola Maddie avevano lasciato l'appartamento per andare a cenare al ristorante. Lo aveva scritto il quotidiano popolare tedesco Bild, rilanciando una notizia de giornale portoghese «Correio de Manha». Il complice era un dipendente del villaggio turistico dove la famiglia britannica dei McCann stava trascorrendo le vacanze, nella località portoghese di Praia de Luz. Quella sera del 3 maggio 2007 l'uomo avrebbe avvertito Brueckner che i genitori erano andati in un bar di tapas del resort, lasciando i tre figli piccoli nell'appartamento. Prima della scomparsa della piccola Madeleine McCann, tra le 19.32 e le 20.22, Brueckner ha risposto al telefono ad una chiamata da un numero portoghese. Quell'uomo sarebbe stato ora individuato dalla polizia. Secondo il giornale portoghese, all'epoca il dipendente del resort aveva salvato il numero di Brueckner sul suo cellulare.
 

 

Ultimo aggiornamento: 14:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA