Macedonia del Nord, l'opposizione vuole tornare al vecchio nome

Giovedì 11 Aprile 2019
Il leader dell'opposizione conservatrice macedone, Hristijan Mickoski, ha detto che se il suo partito Vmro-Dpmne vincerà le prossime elezioni parlamentari, in programma il prossimo anno, farà di tutto per tornare al vecchio nome del Paese, Repubblica di Macedonia, cambiato in Repubblica di Macedonia del Nord con l'accordo raggiunto un anno fa con la Grecia. «Il cambio del nome costituzionale è stato effettuato in modo coercitivo, tutti lo sappiamo e l'abbiamo visto. Alle prossime elezioni politiche Vmro-Dpmne andrà con il suo programma che riguarda fra l'altro anche la questione del nome», ha detto Mickoski citato dai media locali. Contro l'accordo sul nuovo nome - considerato anticostituzionale e dannoso per gli interessi del Paese - si era schierato anche il presidente conservatore uscente Gjorgje Ivanov, il cui mandato scadrà il 12 maggio prossimo, dopo le presidenziali previste per il 21 aprile. Con l'accordo sul nome, Atene ha tolto il blocco che imponeva da quasi trenta anni sull'integrazione di Skopje in Nato e Ue. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Lozzi e il derby dei Casamonica, da Virginia solo una passerella

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma