Londra, il killer di London Bridge era appena stato a una conferenza sulla riabilitazione degli ex detenuti

Sabato 30 Novembre 2019

Usman Khan, il killer che ieri ha accoltellato i passanti sul London Bridge, prima dell'attacco aveva partecipato alla sessione del mattino di una conferenza sulla riabilitazione degli ex detenuti organizzata dall'università di Cambridge. La conferenza si è svolta nella Fishmongers' Hall, edificio che si trova sul lato nord del London Bridge. Lo ha confermato la polizia di Londra, precisando che «l'aggressione aveva partecipato alla conferenza chiamata Learning Together (Imparare insieme).

Londra, l'eroe che ha salvato una donna è un assassino che uccise una disabile di 21 anni
London Bridge, quei passanti-eroi stufi di dover subire la violenza jihadista

«Crediamo che l'attacco sia iniziato all'interno prima che lasciasse l'edificio per incamminarsi sul ponte dove è stato bloccato e sparato dagli agenti». Alla conferenza hanno preso parte decine di persone, docenti, studenti ed altri ex detenuti, e il professor Stephen Toope, vice cancelliere della University of Cambridge, si è detto »devastato« dal fatto che l'attacco abbia preso di mira un evento organizzato dall'Istituto di Criminologia del famoso ateneo britannico. Secondo quanto riporta la stampa, Khan - che condannato nel 2012 per reati di terrorismo era in libertà vigilata dal 2018 - aveva un braccialetto elettronico per monitorare i suoi spostamenti.

Ultimo aggiornamento: 11:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani