Londra, aperta la nuova Elizabeth Line dedicata alla Regina ma dopo due ore chiusa la fermata di Paddington

Falso allarme rientrato dopo l'intervento dei vigili del fuoco

Londra, aperta la nuova Elizabeth Line dedicata alla Regina ma dopo due ore chiusa la fermata di Paddington
4 Minuti di Lettura
Martedì 24 Maggio 2022, 14:45 - Ultimo aggiornamento: 14:53

Piccolo stop per la nuova linea viola della metro di Londra, a due ore dall'inizio del servizio. Perché da oggi a Londra c'è la nuova Elizabeth Line. Un falso allarme che si è risolto con l'intervento dei vigili del fuoco. I passeggeri sono stati rapidamente fatti uscire dalla fermata di Paddington e la linea è stata sospesa fino alla fermata successiva: Tottenham Court Road. Paddington è stato riaperta al servizio dopo circa 30 minuti, riporta il MailOnline. Anche i Trasporti di Londra hanno confermato che si trattava di un falso allarme. Un portavoce ha dichiarato al MailOnline: «A Paddington c'è stato un breve stop in cui, in linea con le nostre procedure, abbiamo dovuto chiedere ai clienti di lasciare la stazione». 

Cosa è successo? È scattato l'allarme antincendio. Si è scoperto poi però che si trattava di un falso allarme. 

Un po' di numeri e informazioni (se siete nella capitale inglese e volete salire sui treni nuovi di zecca): la linea viola si chiama Elizabeth Line in onore della Regina Elisabetta e del Giubileo di platino (i 70 anni di regno di sua Maestà). È costata 19 miliardi di sterline, per l'inizio del servizio stamattina (6 del mattino) sono stati stimati 130.000 viaggi sull'intera linea in una manciata di ore. Collega Reading, Heathrow, Abbey Wood e Shenfield. La nuova stazione di Paddington ha visto 14.000 entrate e uscite, Canary Wharf ne ha avute 9.000 e Woolwich ne ha avute 6.000.nonostante il servizio sia stato parzialmente sospeso e la stazione di Paddington sia stata evacuata a causa di un allarme antincendio. 

Per ora, la linea sarà chiusa la domenica - a parte il fine settimana del Giubileo di Platino che è quello compreso tra il 2 e il 5 giugno - per consentire ulteriori test e aggiornamenti del software. Sono inoltre previste tre chiusure per l'aggiornamento del software nei fine settimana dell'11-12 giugno, 30-31 luglio e 29-30 ottobre.

Il sindaco di Londra Sadiq Khan ha dichiarato che la linea è un «motivo di orgoglio» che aiuterà l'intera Gran Bretagna «contribuendo con 42 miliardi di sterline alla nostra economia nazionale», aggiungendo che ha «già creato 70.000 posti di lavoro». Sono «eccitato come un bambino in attesa di Babbo Natale», ha dichiarato Khan davanti a centinaia di persone in fila, con al fianco il commissario della Transport for London, Andy Byford.

In tanti hanno sfidato la pioggia e aspettato trepidanti l'apertura della linea stamane alle 6.18, quando il primo treno è partito da Paddington. Alcune delle principali attrazioni, dal London Eye al Tower Bridge, sono stati illuminati di viola durante la notte per celebrare l'evento. La scorsa settimana, la monarca, sorridente e vestita di giallo, era apparsa a sorpresa all'inaugurazione della linea. Un modo anche per rassicurare sulle sue condizioni di salute dopo il Covid e la rinuncia a diversi eventi pubblici, non ultimo il Queen's Speech a Westminster.

«È semplicemente fantastico», ha aggiunto Agnes Sarkadi-Smith, di Arundel, che con suo figlio Sawyer di 11 anni ha preparato i cupcake della linea Elizabeth da distribuire tra i presenti per l'occasione. «Non ne abbiamo fatti abbastanza per tutti», ha detto un pò rammaricato. Il loro programma oggi è di visitare tutte le stazioni. Con i train manager che incanalavano la folla direttamente all'ingresso della banchina, ci sono voluti cinque treni per liberare la prima coda ad Abbey Wood, capolinea di una delle ramificazioni della Elizabeth Line. Solo alcune ore dopo il picco mattutino l'annunciatore della stazione ha fatto sapere ai passeggeri che «tutti gli ingressi alla nuova, fantastica, linea Elizabeth ora sono aperti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA