La fidanzatina 13enne lo lascia, lui la cosparge di benzina e le dà fuoco: è in fin di vita

Giovedì 28 Marzo 2019 di Alix Amer
La fidanzatina 13enne lo lascia, lui la cosparge di benzina e le dà fuoco: è in fin di vita

Lei lascia il fidanzatino, lui le dà fuoco: la tredicenne è in fin di vita. La ragazzina ora sta lottando tra la vita e la morte dopo che il fidanzato l’ha bruciata con una latta di benzina e l’ha lasciata a terra con gravissime ustioni su tutto il corpo. Wilson Javier Meléndez Bonilla, 19 anni, ha aggredito la piccola perché lei non voleva più proseguire la loro relazione.

Sara inseguita e bruciata viva, un motociclista: «Li ho visti litigare e non mi sono fermato: ora non mi do pace»

Uccise e bruciò Sara, l'ex fidanzata: sconto di pena a Paduano: 30 anni
 

Anche la madre della ragazzina, Nanette Martínez Camacho, 34 anni, ha subito ustioni alle braccia e al viso mentre tentava di salvarla nella loro casa di Cabo Rojo, a Porto Rico. Stessa cosa è accaduta al fratellino di nove anni che disperatamente ha tentato di spegnere il fuoco che avvolgeva la sorella: è rimasto bruciato ma le sue ferite non sono considerate pericolose.

I medici dell’ospedale pediatrico dell’Università di San Juan stanno tentando l’impossibile per salvare la giovane vittima arrivata al pronto soccorso con il 90 per cento di ustioni sul corpo. Per ora hanno evitato l’amputazione degli arti «ma è troppo presto per lasciare dichiarazioni sul suo stato. Le ustioni hanno mille complicazioni a partire dalle infezioni».

Il fidanzato ha ammesso le sue responsabilità alla polizia. È accusato di violenza sessuale, incendio aggravato e tentato omicidio. È detenuto in un complesso carcerario a Ponce, la cauzione imposta dal giudice è stata talmente alta che è rimasto in cella. Il sito web El Volcero ha spiegato che l’imputato aveva incontrato la studentessa quando aveva solo 12 anni, poi ha iniziato una relazione durata un anno che si è conclusa solo un mese fa, quando la 13enne lo ha lasciato.

Sua madre, Keilla Bonilla, ha detto che i genitori della ragazza «sapevano della loro relazione». E ha aggiunto: «Sono una madre e so che la ragazza sta soffrendo, chiedo a Dio che la ragazza guarisca».

Ultimo aggiornamento: 20:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Zero pubblico, il Bioparco pensa ai fondi

di Marco Pasqua