Israele, bufera sul partito che vuole rilasciare il killer di Rabin

Un giovane mette dei fiori vicino a un ritratto di Rabin
1 Minuto di Lettura
Giovedì 1 Agosto 2019, 22:42

Il leader laburista Amir Peretz ha inviato oggi una lettera al presidente della commissione elettorale affinché impedisca la partecipazione alle elezioni del 17 settembre alla lista «Nura de Liba» la quale, a quanto gli risulta, vuole ottenere la liberazione dell'assassino di Yitzhak Rabin, Igal Amir, che sconta l'ergastolo. «Come è noto - ha scritto - il perfido assassino agì per colpire le attività di Rabin, fra cui il tentativo di mettere fine al conflitto». «Ora quelle persone marginali, che fino a poco fa si nascondevano nelle loro tane, escono alla luce del sole. Vogliono realizzare un'agenda - ha avvertito Peretz - che comprende la distruzione delle istituzioni democratiche di Israele». Secondo la televisione Canale 13 il partito è una iniziativa di Larissa Trimbobler, la moglie del killer, e di suo fratello Haggay Amir. Questi fu condannato a 16 anni di carcere per aver prodotto in laboratorio i proiettili a frammentazione con cui Rabin fu ucciso il 4 novembre 1995. È tornato in libertà nel 2012, senza aver espresso pentimento per l'attentato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA