Israele, governo più vicino: prime intese Gantz-Lieberman

Domenica 17 Novembre 2019
L'ex generale Benny Gantz, a sinistra, con il presidente israeliano Reuven Rivlin
Fatto l'accordo di governo in Israele? Quasi. Ma sono ancora molte le incognite da sciogliere. In ogni caso Blu e Bianco, il partito centrista del premier incaricato, Benny Gantz, sta facendo progressi nelle intese con il leader nazionalista laico Avigdor Lieberman (Israel Beitenu), per costruire una coalizione che porti alla nascita di un nuovo esecutivo. Lo hanno annunciato i due partiti principali secondo cui «sono stati raggiunti significativi progressi su principi fondamentali, in particolare su quelli religiosi e statali». Intanto il presidente israeliano, Reuven Rivlin - il cui incarico a Gantz scadrà mercoledì sera -, fedele alla sua politica di un governo di unità nazionale tra i due partiti più forti - il Likud, del premier Benyamin Netanyahu e Blu-Bianco - ha esortato le due formazioni a trovare un'intesa. «Credo che un governo possa ancora essere formato - ha detto - i disaccordi sono più personali che logici e politici o per l'interesse dello stato. I leader israeliani devono comprendere che i cittadini sono la principale priorità». © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sturni, Stefàno e Frongia: la corsa nel M5S che verrà

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma