CORONAVIRUS

Islanda, focolaio in hotel, primo ministro e 9 membri del governo in quarantena

Venerdì 21 Agosto 2020
Islanda, focolaio in hotel, primo ministro e 9 membri del governo in quarantena

Nove degli 11 membri del governo islandese, tra cui il primo ministro Katrin Jakobsdottir, sono in autoisolamento dopo aver partecipato a una cena in un hotel in cui è scoppiato un focolaio di coronavirus. Lo ha riferito la tv pubblica islandese Ruv, secondo la quale tutti i membri del governo dovranno risultare negativi a due tamponi prima di poter tornare a lavoro.

​Coronavirus, seconda ondata in Europa: 4.400 contagi in tre Paesi, 32.000 in lockdown in Spagna

Jakobsdottir ha già effettuato il primo test e dovrà attendere lunedì per il secondo. Gli unici che non dovranno sottoporsi al tampone sono i ministri della Salute e degli Affari sociali, entrambi assenti alla cena che si è tenuta a inizio settimana. Da mercoledì l' Islanda richiede a tutte le persone in arrivo di stare in quarantena 14 giorni o, in alternativa, di sottoporsi a due tamponi a distanza di cinque giorni.
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA