COVID

Gran Bretagna, riparte il turismo: da domani consentiti viaggi tra gli stati

Domenica 25 Aprile 2021
Gran Bretagna, riparte il turismo: da domani consentiti viaggi tra gli stati

La Gran Bretagna prosegue nel suo programma di riaperture e da domani per i britannici sarà possibile tornare a viaggiare tra gli stati per la prima volta da dicembre. Un grande passo in avanti per il turismo UK che spinge le strutture ricettive del paese a parepararsi ad accogliere i viaggiatori in arrivo con la bella stagione. Gli allentamenti delle restrizioni, possibili grazie al successo dell'andamento della campagna vaccinale nazionale, permetteranno per la prima volta gli spostamenti tra Inghilterra, Galles e Scozia. Stati che durante la pandemia avevano messo in atto regole diverse, impedendo a molti britannici di vedere familiari e amici per mesi. Alcuni allentamenti sugli spostamenti erano già stati messi in atto lo scorso mese, ma agli inglesi era stato comunque impedito di visitare i propri cari in Galles e Scozia. 

Johnson-Dyson, la vendetta di Cummings: premier costretto a pubblicare sms, guru della Brexit lo attacca

La Scozia, una delle mete turistiche più amate nel regno, si prepara ad accogliere i turisti dall'Inghilterra e dal Galles, vedendo finalmente una luce in fondo al tunnel della crisi da Covid-19. Le riaperture prevedono tuttavia il rispetto di alcune misure di cautela: chiunque si rechi nelle isole scozzesi dovrà sottoporsi ad un test Covid prima di partire, per prevenire la diffusione del virus nelle comunità insulari.

 

I soggiorni in Inghilterra erano invece già consentiti dallo scorso 12 aprile, data in cui i turisti hanno potuto tornare a soggiornare in alloggi per vacanze. Tuttavia, i pernottamenti con amici e non appartenenti al proprio nucleo familiare rimangono, ad oggi, ancora vietati. Le restrizioni sui viaggi saranno così abolite anche in entrata e in uscita dal Galles. Unico stato ad avere ancora forte limitazioni sarà invece l'Irlanda del Nord, dove non sarà possibile andare in vacanza e pernottare fuori casa.

Pass vaccinale, D'Amato: «Decreto scritto con i piedi, deve durare più di 6 mesi»

I viaggi internazionali, fuori dal Regno Unito, sono però ancora vietati, ad eccezione di emergenze lavorative, di studio e familiari. Secondo quanto riporta il Mirror, Boris Johnson ha incaricato un gruppo di esperti per esaminare come i viaggi all'estero possano riprendere in sicurezza a seconda dell'andamento delle vaccinazioni dei diversi paesi. Quello che è certo ad ora è che i viaggi internazionali non riprenderanno fino al 17 maggio, fase 3 della roadmap disegnata dal Primo Ministro.

Ultimo aggiornamento: 16:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA