Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Israele, il giallo delle «truppe di terra» a Gaza: trappola per i leader di Hamas nei tunnel? Razzi dalla Siria sul Golan

Israele, il giallo delle «truppe di terra» a Gaza: trappola per i leader di Hamas nei tunnel? Razzi dalla Siria sul Golan
4 Minuti di Lettura
Venerdì 14 Maggio 2021, 20:16 - Ultimo aggiornamento: 15 Maggio, 07:25

La notizia della presenza di truppe israeliane a Gaza non sarebbe stato un errore ma uno stratagemma per attirare nei tunnel militanti di Hamas. Oggi la stampa israeliana ha usato diversi termini oggi per commentare l'annuncio dell'ingresso dell'esercito a Gaza. Il primo messaggio è comparso su Twitter a mezzanotte e mezza e diceva che le forze aeree e le truppe di terra stavano attaccando nella Striscia di Gaza, notizia confermata dai giornalisti stranieri direttamente al telefono dal portavoce militare Jonathan Conricus.

Israele, l'esercito bombarda i tunnel di Hamas: «Colpiti 150 bersagli»

 

Israele, la Terra Promessa del Medio Oriente

Miliziani attirati in trappola - Un paio d'ore dopo, lo stesso Conricus ha smentito tutto parlando di problema interno di comunicazione ma la notizia aveva fatto già il giro dei media internazionali. In mattinata sono arrivate le scuse di Conricus che si è preso tutte le responsabilità dell'accaduto. Restano però forti dubbi sulla natura dell'errore: in molti oggi hanno fornito un'interpretazione ben diversa. Infatti pare che l'informazione sarebbe stata fatta trapelare con uno scopo ben preciso, secondo l'emittente Canale 12, si è trattato di uno stratagemma per fare in modo che i miliziani di Hamas entrassero nei tunnel sotterranei che l'esercito in quel momento stava colpendo con un massiccio bombardamento notturno. L'errore di comunicazione sarebbe quindi stato una strategia di comunicazione per eliminare alcuni miliziani di Hamas.

Bombardamenti israeliani a Gaza, le urla e i pianti dei bambini rifugiati in casa

Per gli israeliani è inganno - Il quotidiano israeliano Hareetz ha parlato di inganno ai danni della stampa estera, confermando che l'informazione dell'avanzata delle truppe aveva intenzione di portare i militanti di Hamas nella rete di tunnel sotterranei che poi sarebbero stati colpiti dagli ingenti attacchi aerei israeliani. I militari avrebbero così usato una linea diretta con i giornalisti internazionali per attaccare i loro nemici. Anche Yediot Ahronot, il giornale più venduto del Paese, ha parlato dello stratagemma, in particolare Ron Ben Yishai ha sottolineato la creatività dell'intera operazione militare. Koby Flincher di Canale 7, radio vicina ai coloni,  ha rimarcato la differenza tra il testo in ebraico mandato dai militari ai giornalisti e quello inviato in inglese ai corrispondenti esteri. Nel primo si vede con chiarezza che le forze di terra stavano colpendo dal territorio israeliano, mentre il secondo era formulato in maniera ambigua.

Tre razzi lanciati dalla Siria - Tre razzi sono stati lanciati stasera dal territorio siriano verso le alture del Golan. Uno, difettoso, è caduto in territorio siriano, e gli altri due nel sud del Golan, nelle vicinanze del villaggio agricolo israeliano di Ramat Magshimim. Sono esplosi in zone aperte e non hanno provocato danni. Lo ha riferito la televisione pubblica israeliana Kan.

Video
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA