Londra, i due fratelli eroi sospesi nel vuoto su una scogliera per i bimbi poveri

Daniel e Calvin MacDiarmid, 13 e 18 anni, a 35 metri di altezza: grazie a loro i piccoli hanno avuto i regali

Londra, i due fratelli eroi sospesi nel vuoto su una scogliera per i bimbi poveri
di Chiara Bruschi
4 Minuti di Lettura
Lunedì 27 Dicembre 2021, 07:16 - Ultimo aggiornamento: 28 Dicembre, 08:31

Ventiquattro ore all'addiaccio, in sospeso su una scogliera e in balia del vento che ha raggiunto una velocità di 80 chilometri all'ora. Non è il record di un professionista dell'avventura o di un esperto escursionista. È la sfida di due fratelli di appena 13 e 18 anni. Daniel e Calvin MacDiarmid hanno deciso di mettersi alla prova per raccogliere denaro in beneficenza per i regali di Natale da destinare ai bambini in difficoltà del Chestnut Tree House di Arundel, un ricovero del West Sussex.

Roma, Natale: undici chili di ciambelline per aiutare chi non ha nulla

Imprese temerarie

Ad avere l'idea è stato il più giovane dei due fratelli, Daniel, conosciuto come Shrimpy, che dall'età di sei anni si mette in gioco in imprese sempre più temerarie, ogni volta per scopi benefici. Il suo impegno è cominciato quando è stato ricoverato per un'operazione a un dito del piede, diversi anni fa, e in questo tempo ha raccolto più di 13mila sterline in totale. «Ho incontrato molti bambini in difficoltà - ha raccontato - e ho pensato a cosa avrei potuto fare per aiutarli».
Una volta si è calato da un ponte con una fune, un'altra con il fratello ha percorso 50 miglia con la sua mountain bike in sole cinque ore facendo acrobazie che hanno causato a lui e al fratello più di una cicatrice: Calvin si è rotto un incisivo e si è ferito un braccio. Quest'anno hanno trascorso 24 ore su una piattaforma sospesa sulla scogliera di Pembrokeshire, alta ben trentacinque metri. Sotto di loro il mare agitato e attorno il buio di una notte invernale fredda e molto minacciosa: «È stato particolarmente spaventoso - ha raccontato Daniel rievocando le ore più difficili che ha definito «gelide e rumorose». «Non siamo riusciti a chiudere occhio. E anche se eravamo ben avvolti con coperte e al caldo, siamo stati sballottati continuamente da un vento molto forte, che ha raggiunto anche gli 80 chilometri all'ora».

Durante la notte hanno attraversato un momento molto arduo in cui hanno pensato di mollare tutto: «Verso le quattro del mattino erano così spaventati che mi hanno telefonato e stavano per sospendere l'impresa - ha raccontato il padre - Poi Daniel ha cominciato a pensare ai regali che sarebbe stato in grado di comprare per i bambini se fossero riusciti a completare la sfida e hanno deciso di andare fino in fondo».

Video

L'orgoglio del padre

Alle prime luci dell'alba l'atmosfera è cambiata e i ragazzi sono arrivati alla ventiquattresima ora senza ulteriori indugi. «Siamo così fieri di loro - ha continuato il padre - Daniel continua ad avere sempre nuove idee per raccogliere denaro per gli altri». Ogni anno, a Natale, il piccolo eroe si organizza per raccogliere denaro «utile a comprare dei regali per i bambini dell'ospedale di Chestnut Tree House, che stanno soffrendo per disabilità e malattie di ogni tipo», come ha spiegato nella pagina di Justgiving.com, la piattaforma che permette di raccogliere denaro da destinare in beneficenza.
«Ogni anno riempio quel posto di regali grazie alla generosità dei donatori. La gioia e i sorrisi che questo porta sui loro volti mi ripagano di ogni fatica. Ogni bambino merita di essere felice a Natale», ha affermato il giovane. Un appello che ha incontrato il favore di molti donatori. L'ambizione era di raccogliere 3500 sterline ma le hanno già raddoppiate, raggiungendo quasi 8mila sterline.
Mille le ha donate il comico e attore britannico Jack Whitehall, al quale Daniel si è ispirato. Whitehall quando ha saputo dell'impresa ha telefonato alla scuola di Daniel, la Lewes Old Grammar School dell'East Sussex e ha voluto esprimere i suoi complimenti: «Sei più coraggioso di me! Certo, io avrei dovuto farlo con mia mamma ma lei russa - ha scherzato - è davvero d'ispirazione che tu faccia questo per gli altri, in questo momento dell'anno».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA